Bari, giunta approva il progetto preliminare per la manutenzione straordinaria del cimitero di Loseto

4

logo Bari

BARI – Su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, la giunta ieri ha approvato il progetto preliminare per gli interventi di manutenzione straordinaria nel cimitero di Loseto. Si tratta di una serie di lavori necessari per completare e rendere funzionale l’area del cimitero realizzata circa vent’anni fa, mai utilizzata e interessata nel tempo da ripetuti atti vandalici e furti, tanto che ad oggi risultano completamente vandalizzati i serramenti interni ed esterni, gli impianti elettrici, idrico – fognante e di condizionamento.

Il progetto prevede, quindi, un’ampia gamma di lavorazioni che spaziano dal ripristino parziale degli impianti elettrici e idraulici alla revisione del manto impermeabile di lastrico, dal rifacimento dei servizi igienici al rivestimento esterno dei loculi e degli ossari fino alla

ricostruzione del muro di confine.

Nel corso del cantiere un’attenzione particolare sarà riservata al rifacimento della recinzione perimetrale, che in un tratto presenta dei segni di instabilità evidenti – commenta Giuseppe Galasso –. Contiamo di sviluppare il progetto definitivo ed esecutivo entro i primi mesi del prossimo anno in modo da poterlo mandare in gara quanto prima, puntando ad avviare il cantiere entro la prossima estate“.

I lavori previsti nella necropoli di Loseto rappresentano la risposta a un’esigenza che i residenti del quartiere manifestano da quasi vent’anni – dichiara l’assessore al Patrimonio Vito Lacoppola –. L’ampliamento del cimitero, infatti, non è mai stato utilizzato per grossi problemi derivanti da atti vandalici che hanno danneggiato parti significative delle lavorazioni. L’approvazione del progetto preliminare, che apre la strada ai successivi livelli progettazioni, renderà possibile il completamento delle opere realizzate e mai rese accessibili. Considerando gli ampi spazi disponibili, la nostra intenzione è anche quella di accogliere le innumerevoli richieste giunte in questi anni prevedendo luoghi di sepoltura destinati ad altre confessioni religiose“.

L’importo complessivo del progetto ammonta a 225mila euro.