Bari, finanziato il progetto di riqualificazione di via Fratelli Spizzico a Sant’Anna

10

BARI – Con nota ufficiale, nei giorni scorsi il ministero della Transizione ecologica ha confermato il finanziamento del progetto di fattibilità tecnico-economica per la riqualificazione di via Fratelli Spizzico, a Sant’Anna, candidato al“Programma sperimentale di interventi per l’adattamento ai cambiamenti climatici”, per un importo di 1.692.817 euro. Il finanziamento è ripartito in tre diverse misure di intervento, come previsto dal bando: le prime due misure, “green & blue” e “grey”, riguardano, appunto, via Fratelli Spizzico, mentre la terza consentirà di realizzare uno studio diffuso per supportare i progetti relativi al contrasto al cambiamento climatico sull’intero territorio comunale. Gli interventi green & blu previsti consistono nell’inserimento di elementi di arredo verde realizzati utilizzando piante, prevalentemente mediterranee o comunque acclimatate, negli spazi disponibili, con l’obiettivo di assicurare ombreggiamento, riduzione dell’effetto isola di calore, riutilizzo delle acque meteoriche, infiltrazione delle stesse nel suolo. Gli interventi grey consistono invece nella depavimentazione delle aree attualmente asfaltate e nella realizzazione di nuove pavimentazioni drenanti di diversa tipologia a seconda della funzione cui sono destinate.

Il progetto di riqualificazione di via Fratelli Spizzico riguarda un’area estesa per circa 7.500 metri quadri e prevede un significativo intervento integrato di greening – con 60 alberi ad alto fusto e decine di alberi da frutto- e deimpermeabilizzazione – con la rimozione degli asfalti esistenti – con l’obiettivo di offrire ai residenti del quartiere Sant’Anna un luogo di socialità in cui svolgere attività ricreative e sportive circondati dal verde. A tal fine la scelta progettuale è ricaduta su una tipologia di vegetazione prevalentemente mediterranea che sarà irrigata attraverso la raccolta delle acque meteoriche. Saranno inoltre realizzate aree ludiche attrezzate per i più piccoli, uno spazio destinato allo sgambamento dei cani, una piccola arena per l’organizzazione di eventi e diversi camminamenti e spazi attrezzati, prossimi alle abitazioni. L’intera opera sarà caratterizzata da finiture sostenibili, quali muretti a secco e pavimentazioni permeabili in calcestruzzo architettonico con inserti in pietra, in linea con le caratteristiche tipiche di una zona di raccordo tra città e campagna. Sono inoltre previsti un impianto di pubblica illuminazione a led, che consentirà di distribuire la luce in modo più omogeneo, e un sistema di videosorveglianza con telecamere posizionate lungo i viali e in corrispondenza degli spazi di maggior aggregazione.

“Questo progetto coniuga al meglio sostenibilità e tecnologia puntando, al contempo, su un impatto green e sulla deimpermeabilizzazione di questo boulevard di quartiere che, grazie agli interventi previsti, diventerà del tutto permeabile con l’eccezione delle aree pavimentate con tappeti antitrauma, dove si procederà però alla raccolta e al riuso delle acque piovane – commenta l’assessore ai Lavori pubblici -. In questo modo i residenti del quartiere Sant’Anna potranno finalmente disporre di un’ampia area verde completamente attrezzata dove trascorrere il tempo libero”.

La terza misura finanziata, infine, consiste in un’azione soft finalizzata a migliorare le conoscenze a livello locale per la redazione di strumenti di pianificazione comunale con particolare riguardo ai temi dell’adattamento ai cambiamenti climatici.

“La conoscenza del territorio e il monitoraggio dei dati, a cominciare da questo primo intervento – conclude l’assessore -, potranno essere utili alla costruzione di una banca dati cittadina per scegliere i futuri interventi e creare tra di loro connessioni virtuose”.