Bari, festa patronale: il bilancio delle operazioni di contrasto all’abusivismo

43

Le merci sottoposte a sequestro

logo BariBARI – La ripartizione Polizia Municipale – settore Polizia giudiziaria, Ecologia, Tributi e Annona rende noto il bilancio delle operazioni condotte nei tre giorni dei festeggiamenti per il Santo patrono dagli agenti del corpo in collaborazione con gli agenti della Polizia di Stato e dei Carabinieri.

Di seguito un elenco delle merci sottoposte a sequestro e rimosse dalla sede stradale su lungomare Imperatore Augusto, lungomare Di Crollallanza, piazzale IV Novembre, piazza Mercantile, piazza del Ferrarese, corso Vittorio Emanuele e corso Cavour nei giorni del 7, 8 e 9 maggio scorsi:

* 29 frigoriferi a pozzetto (tipo vascone) con ghiaccio
* 21 fornaci predisposte per la cottura di alimenti (carne e pesce)
* 75 kg di carni e prodotti ittici in cattivo stato di conservazione pronti per la vendita previa cottura
* 11 kg di panini già tagliati e pronti per la vendita
* 274 bottiglie di birra in vetro
* 211 pezzi, tra bevande analcoliche e acqua
* 160 paia di occhiali posti in vendita da soggetti ambulanti abusivi
* 502 pezzi di giocattoli vari posti in vendita da soggetti ambulanti abusivi
* 15 paia di scarpe da ginnastica poste in vendita da soggetti ambulanti abusivi
* 10 borse in similpelle poste in vendita da soggetti ambulanti abusivi
* 3 strutture illuminanti (impianti elettrici e infrastrutture metalliche)
* 2 ombrelloni
* 50 spiedi di acciaio per la preparazione di alimenti
* 3 carrelli in ferro per il trasporto di vasconi frigoriferi

Nell’ambito delle attività di controllo sono state elevate sanzioni pecuniarie per un totale di 5.835 euro (fatte salve le sanzioni amministrative per violazioni varie al Codice della strada). In particolare:

* 1 sanzione amministrativa di 5.000 euro per violazioni alla L.R. Puglia 24/2015 nei confronti di un operatore privo di autorizzazione, per attività esercitata abusivamente;
* 5 accertamenti per violazione all’art. 20 del Codice della strada per occupazioni abusive di area pubblica a carico di soggetti identificati.

Sono stati invece denunciati all’Autorità giudiziaria:

* un soggetto noto, con precedenti penali, per i fatti dell’8 maggio per i seguenti reati: art.5 L. 283/62 per aver posto in vendita carni in cattivo stato di conservazione; artt. 633 e 639 bis c.p. per l’occupazione abusiva di un’area pubblica finalizzata all’attività di vendita abusiva. Lo stesso soggetto è stato sanzionato per la vendita su area pubblica senza autorizzazione amministrativa ex L.R. 24/2015 (Codice del commercio Regione Puglia) per un totale di 5.167 euro. Il soggetto in questione, durante le operazioni congiunte con la Polizia di Stato, è stato inoltre denunciato all’Autorità giudiziaria per rifiuto di fornire generalità e minacce a pubblico ufficiale (ex artt. 651 e 226 del Codice penale);
* più soggetti ignoti (sono in corso indagini per risalire all’identità a mezzo filmati e riprese fotografiche eseguiti da PM e Polizia di Stato) per occupazioni abusive dell’area Demanio marittimo ex art. 1161 del Codice della navigazione in zona Molo San Nicola e lungomare Imperatore Augusto;
* un soggetto di 28 anni, fermato dalla PM congiuntamente al personale della Polizia di Stato, è stato arrestato per minacce, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale durante i disordini sul molo San Nicola la sera del 9 maggio: direttissima fissata per il giorno 11 maggio; a seguito dei fatti, tre operatori di PM hanno riportato lesioni giudicate guaribili rispettivamente in 10, 6 e 3 giorni.

La ripartizione Polizia Municipale precisa inoltre che il contingente di uomini impiegato nei giorni del 7, 8 e 9 maggio per i controlli in materia annonaria e amministrativa (oltre al personale di PM in servizio alle interdizioni al transito e presidi stradali) e specificatamente dedicato al contrasto delle attività di vendita abusiva, ha contato 75 unità, divise in due turni lavorativi, con 20 ore di servizio complessive al giorno.