Bari, ex Caserma Rossani: in gara il progetto del polo bibliotecario regionale

71

Stazione appaltante è l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa – Invitalia

logo BariBARI – È in pubblicazione la gara d’appalto per l’affidamento della progettazione esecutiva, della esecuzione dei lavori sulla base del progetto definitivo per la realizzazione del “Polo bibliotecario regionale della Puglia presso la ex Caserma Rossani di Bari”, nonché della fornitura di arredi e attrezzature, ai sensi degli articoli 14, 53, co. 2, lett. b), 3 e 4 e 55, co. 5, del D.Lgs n. 163/2006 e ss.mm.ii..

Stazione appaltante è l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa – Invitalia, e il termine per la presentazione delle offerte/domande di partecipazione è fissato alle ore 11 del prossimo 9 maggio.

Il bando è disponibile su https://www.invitaliafornitori.it – sezione Bandi e gare.

L’importo totale dell’appalto è di € 7.645.102,21, oltre IVA, finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro “Beni e Attività culturali”, a valere su risorse del Fondo di Sviluppo e Coesione.

Il progetto prevede la riqualificazione di due edifici: il primo, denominato la “Casermetta”, è un edificio originariamente destinato a depositi militari, spazio per l’allenamento del tiro e camere per i militari, composto da tredici campate, e si sviluppa su 3000 mq. Nel corso della riqualificazione saranno realizzati soppalchi e ballatoi e utilizzate nuove coperture che consentiranno di rendere gli ambienti molto più luminosi, anche grazie ad una serie di aperture previste nelle coperture e nelle pareti. Gli spazi saranno modulati così da assolvere a diverse funzioni: oltre a biblioteca e mediateca, anche emeroteca, sale proiezioni, caffè letterario e spazi per i più piccoli. Il secondo edificio, l’ex palazzina Comando, si estende invece su 1500 mq e ospiterà sale studio, uffici, laboratori e sale per il personale regionale.

Possiamo affermare che questo è il tassello fondativo dell’intera operazione di riqualificazione dell’area della ex Caserma Rossani – spiega il sindaco Decaro -. Questa è per la città di Bari e per l’intera regione un’opera straordinaria che riqualifica e valorizza uno dei più importanti complessi simbolo dell’architettura militare per restituirlo alla fruizione collettiva con molteplici funzioni, innovative dal punto di vista culturale e sociale”.