Bari, contro bullismo e cyber bullismo: domani alla scuola Piccinni la chiusura del progetto “So… stare nell’amica strada”

locandina progetto so...stare nell'amica strada

Il progetto è finanziato dal Welfare con il 5X1000

BARI – Si concluderà domani, martedì 26 febbraio, alle ore 16.15, nell’istituto comprensivo “Umberto I-San Nicola”, plesso Piccinni, il progetto “So… stare nell’amica strada”, ideato e promosso dall’aps C.L.I.O. – Centro laboratoriale interattivo organizzato e finanziato dall’assessorato al Welfare con il 5×1000 dei cittadini baresi con l’obiettivo di contrastare le povertà e di sostenere il benessere dei minori.

Da ottobre, grazie al progetto, in diverse scuole di Bari sono stati attivati sportelli specialistici itineranti per l’ascolto e il supporto delle vittime del bullismo e del cyber bullismo. Gli sportelli, pensati per la presa in carico di situazioni critiche legate al bullismo sia all’interno di relazioni reali sia in una rete di relazioni virtuali, hanno inoltre realizzato attività di informazione e divulgazione sulla problematica, tanto nei confronti di minori quanto degli insegnanti e delle famiglie degli alunni, con l’obiettivo di contrastare un fenomeno sempre più diffuso e preoccupante.

Oltre all’istituto “Umberto I – San Nicola”, hanno aderito all’iniziativa anche le scuole primarie “San Giovanni Bosco” e “Principessa di Piemonte” e l’I.C.S. “Clementina Perone – Carlo Levi”.

Domani, alla presenza dell’assessora al Welfare Francesca Bottalico, si chiuderà un percorso che ha coinvolto centinaia di alunni di tutte le età.