Bari, Concerto Cremonini: divieti e viabilità

61

 

All’Arena della Vittoria domani il cantautore bolognese attraverso la musica racconterà la sua storia e la scelta di non assecondare l’andazzo, ma di rimanere se stesso anche rischiando.Tutte le info su viabilità e divieti per la sicurezza

BARI – Domani 25 giugno 2022, all’Arena della Vittoria di Bari si terrà il concerto di Cesare Cremonini. Biglietti esauriti da tempo per uno spettacolo che si annuncia ricco di forti emozioni con ventotto canzoni per due ore e venti di concerto. Il tour del cantautore bolognese  è partito il 13 giugno da Milano per poi  approdare a Torino, Padova e Firenze. Dopo il concerto di Bari ci sarà quello di Roma e infine di  Imola. Cremonini attraverso la musica racconterà la sua storia e la scelta di non rincorrere le mode, ma di rimanere se stesso anche rischiando.Un momento entusiasmante  sarà quello del duetto virtuale con Lucio Dalla reso possibile grazie alle immagini fornite dalla Fondazione Dalla e recuperate dalle Teche Rai.

LIMITAZIONI ALLA VIABILITÀ E ALLA SOSTA

In vista del concerto  di Cesare Cremonini la Polizia locale  di Bati preso atto della la necessità di interdire la sosta ed il transito dei veicoli in alcune pubbliche vie interessate dalla manifestazione, al fine di poter consentire il regolare svolgimento della manifestazione senza creare turbativa alla circolazione stradale ha emanato la seguente ordinanza:

Il giorno 25 giugno 2022, dalle ore 00.01 alle ore 24.00 e, comunque sino al termine delle esigenze, è istituito il “DIVIETO DI FERMATA”, ambo i lati, eccetto aree parcheggio in concessione AMTAB s.p.a., sulle seguenti strade e piazze:

a. viale Vittorio Emanuele Orlando;

b. piazzale Vittorio Emanuele Orlando (il divieto vale anche per parcheggi AMTAB); ù

c. via Bisignani, compresa l’area di sosta racchiusa tra i campetti di calcetto/tennis e la via Portoghese;

d. largo Mohamed Taher Pacha;

e. via Portoghese;

f. viale di Maratona:
· ambo le carreggiate, tratto compreso tra via Mascagni e largo A. De Palo (il divieto vale anche per parcheggi AMTAB);
· lato destro della carreggiata avente direzione di marcia da via Mascagni verso via Napoli, per un tratto di mt. 30 circa a partire dal civ. 16 (area deputata per capolinea temporaneo dei mezzi AMTAB);
· lato destro della carreggiata avente direzione di marcia da via Mascagni verso via Napoli tratto compreso da via Mascagni al civ. 16 (area deputata ai veicoli al servizio di portatori di handicap con apposito contrassegno).

g. largo A. De Palo; h. via Verdi, ambo i lati, tratto compreso tra largo A. De Palo e via Accettura; i. via San Francesco alla Rena.

Nello stesso giorno, 25 giugno 2022, dalle ore 08.00 alle ore 24.00 e, comunque sino al termine delle esigenze, è istituito il “DIVIETO TRANSITO”, ambo i lati, eccetto veicoli servizio AMTAB s.p.a., sulle seguenti strade e piazze:

a. viale Vittorio Emanuele Orlando;

b. piazzale Vittorio Emanuele Orlando;

c. via Bisignani;

d. largo Mohamed Taher Pacha;

e. via Portoghese;

f. viale di Maratona, ambo le carreggiate, tratto compreso tra via Mascagni e largo A. De Palo;

g. largo A. De Palo;

h. via Verdi, tratto compreso tra via Accettura e largo A. De Palo;

i. via San Francesco alla Rena.

Dal presente provvedimento restrittivo sono esclusi: i mezzi utilizzati dall’organizzazione del concerto interno stadio; i mezzi di soccorso e della Forza Pubblica; i veicoli al servizio di portatori di handicap muniti di apposito contrassegno che potranno sostare nell’area di sosta presente su viale di Maratona, adiacente al capolinea AMTAB; i mezzi eventualmente autorizzati dalla competente Ripartizione per la somministrazione di bevande e alimenti, i quali potranno sostare esclusivamente nei posteggi loro assegnati; le aree in gestione ad AMTAB S.p.A. per il parcheggio dei veicoli.

I DIVIETI A TUTELA DELLA PUBBLICA SICUREZZA

L’amministrazione comunale ha adottato altresì alcune misure speciali volte a prevenire incidenti e a tutelare la pubblica sicurezza.

Pertanto, è stata emessa un’ordinanza sindacale che vieta, a decorrere dalle ore 8 di domani fino a due ore dopo la fine dell’evento, all’interno dell’impianto sportivo, nonché nel perimetro delimitato da via Verdi, via Accettura, via Mascagni, largo Mohamed Taher Pacha e via Bisignani (fino all’ingresso “Agricoltura” della Fiera del Levante) che circondano la struttura, oltre che in via Di Maratona (divieto valido esclusivamente per le paninoteche/fast-food autorizzati), via San Francesco alla Rena, viale Vittorio Emanuele Orlando, lungomare Starita ( nel tratto compreso tra via Adriatico e viale Vittorio Emanuele le Orlando) e in corso Vittorio Veneto (nel tratto compreso tra V.le V. E.le Orlando e via Brigata Regina):

· la somministrazione e/o la vendita per asporto, su area pubblica e/o aperta al pubblico, di bevande in bottiglie e/o in contenitori in vetro e/o in lattine di alluminio, nonché in bottiglie di plastica con il tappo;

· la detenzione, per qualsiasi soggetto, su area pubblica e/o aperta al pubblico nelle zone interessate dalla manifestazione, compresa l’Arena della Vittoria, di bevande in bottiglie e/o contenitori in vetro e/o in lattine di alluminio e bottiglie di plastica con il tappo;

· la detenzione di spray con liquido urticante (utilizzati per difesa personale) o qualsivoglia dispositivo urticante.

È, inoltre, espressamente vietato dalle ore 8 di domani, e comunque fino alla fine dell’evento, accedere all’interno dell’Arena della Vittoria con zaini, borsoni contenenti bottiglie e/o contenitori in vetro e/o in lattine di alluminio, bottiglie di plastica con tappo e spray al peperoncino o con liquido urticante.

I trasgressori, fatta salva l’applicazione di ulteriori sanzioni in caso di concorso di violazioni, saranno puniti con la sanzione prevista dall’art. 650 del Codice penale.

Ai trasgressori esercenti attività commerciali, l’autorità amministrativa applicherà la sanzione amministrativa della sospensione dell’attività da 3 a 15 giorni consecutivi, secondo i criteri di cui all’art.11 della Legge n. 689/81. La Polizia locale e le altre Forze dell’ordine potranno procedere al sequestro finalizzato alla confisca degli oggetti o strumenti utilizzati in violazione di quanto previsto dalla presente ordinanza.