Bari, completate 22 rampe per disabili a Loseto nuova

Stamattina il sopralluogo dell’assessore Galasso per la verifica della funzionalità degli interventi eseguiti

completate 22 rampe disabili a loseto nuovaBARI – Questa mattina l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, il presidente del Municipio IV Nicola Acquaviva, il consigliere municipale Vito Menolacina e il consigliere incaricato dal sindaco alle Politiche di tutela del diritto dell’accessibilità urbana Marco Livrea hanno testato, insieme a Francesco, un residente costretto sulla sedia a rotelle, la funzionalità dei ventidue scivoli per disabili la cui esecuzione è appena terminata a Loseto nuova.

Si tratta di un impegno assunto dal sindaco durante un incontro aperto alla cittadinanza tenutosi nella parrocchia del quartiere qualche mese fa: in quella circostanza alcune famiglie di residenti avevano denunciato l’impossibilità, per le persone con disabilità, di muoversi autonomamente nel quartiere per svolgere anche le più semplici attività quotidiane a causa dell’assenza di rampe specifiche. Fu proprio il signor Francesco a rappresentare il disagio quotidiano vissuto negli spostamenti nel quartiere, ottenendo dal primo cittadino l’impegno a risolvere il problema.

Nell’ambito della manutenzione ordinaria l’assessore Galasso e i tecnici comunali hanno perciò effettuato una serie di sopralluoghi per individuare un itinerario su marciapiede che potesse risultare accessibile grazie alla realizzazione puntuale di singoli scivoli o l’adattamento dei marciapiedi esistenti, in modo da consentire a Francesco, e a tutti i cittadini che come lui sono su una carrozzella, di potersi muovere in autonomia e in sicurezza.

I ventidue scivoli realizzati – commenta Giuseppe Galasso – hanno permesso di collegare casa di Francesco, nell’abitato di Loseto nuova, con il supermercato posto dall’altra parte del quartiere, in adiacenza al giardino Marotta, toccando lungo questo itinerario la parrocchia, la farmacia, il nuovo parco e tante altre attività commerciali che costituiscono i principali punti di interesse e servizi esistenti nel quartiere. Lungo lo stesso percorso potrà muoversi comodamente anche Angelo, un bambino che come Francesco è su una carrozzella, che risiede nelle vicinanze e che spesso viene accompagnato a passeggio dai suoi genitori. Stamattina abbiamo voluto verificare la funzionalità dell’intervento eseguito provandolo proprio con Francesco e Marco. Questo modus operandi altro non è che l’anticipazione degli interventi tipo che realizzeremo nell’ambito del PEBA (Piano per l’Abbattimento delle Barriere Architettoniche) che sta andando in gara, per un importo complessivo di 900 mila euro in tre anni. Un accordo quadro che ci consentirà di risolvere singoli problemi specifici rappresentati dai cittadini con l’esecuzione di rampe e il montaggio di dispositivi necessari a garantire la piena fruibilità degli spazi pubblici da parte di tutti i cittadini, anche quelli con diverse disabilità, rendendo così la nostra città sempre più a dimensione di tutti”.

Con il completamento di questo intervento – prosegue Nicola Acquaviva – risolviamo un disagio molto avvertito dalla comunità dei residenti di Loseto nuova, un quartiere relativamente recente ma privo di scivoli e rampe per disabili. Con l’adozione del PEBA interventi analoghi potranno essere realizzati in tutto il territorio municipale, incidendo positivamente sulla qualità della vita delle persone con disabilità”.