Bari, Carta d’Identità Elettronica: dal 27 marzo al via il rilascio del nuovo documento elettronico

42

Lo hanno reso noto gli assessori comunali Angelo Tomasicchio e Francesca Bottalico

logo BariBARI – Questa mattina gli assessori comunali Angelo Tomasicchio e Francesca Bottalico hanno presentato le novità del servizio della CIE – carta d’identità elettronica che entrerà in vigore a Bari dal prossimo 27 marzo.

“Il nuovo documento elettronico, oltre a rappresentare un altro tassello importante del percorso che il Comune di Bari sta facendo sul fronte dell’innovazione tecnologia e dei servizi accessibili ai cittadini – spiega l’assessore all’innovazione tecnologia a Angelo Tomasicchio -. La carta d’identità elettronica è uno step importante che rappresenta un sistema sicuro per i cittadini, assicura una massima tutela dei dati sensibili e permette di accedere comodamente al sistema per l’identità digitale su SPID per utilizzare a tutti i servizi on line già erogati dall’amministrazione. In queste settimana abbiamo lavorato a ritmi serrati per offrire ai cittadini, dal momento dell’avvio del servizio, una procedura rapida e funzionale per il rilascio coinvolgendo in un percorso di formazione tutti i dipendenti comunali interessati al servizio. L’altra novità introdotta è l’eliminazione del pagamento in soldi contanti, per evitare eventuali disguidi o disservizi preso gli sportelli comunali, che invece saranno dotati di postazioni elettroniche per pagamenti bancomat. In queste settimane abbiamo inoltre, in collaborazione con l’assessorato al welfare, scelto di individuare le risorse necessarie per coprire totalmente le somme previste a garantire la totale esenzione del pagamento della nuova Carta d’identità per le famiglie in difficoltà che sono sotto la soglia di reddito ISEE di 3000 euro. Da un primo calcolo effettuato dagli uffici abbiamo stimato la copertura del servizio per circa 7000 famiglie”.

Abbiamo scelto di percorrere questa strada come forma di tutela delle fasce più deboli – spiega l’assessora Francesca Bottalico – la soglia di 3000 euro è la fascia che identifica la parte di popolazione in condizione di povertà ed è la stessa presa in considerazione per tutte le altre agevolazioni ed esenzioni. Abbiamo deciso di farci carico di questa spesa anche se si tratta di una spesa minima che diventa un costo perché si tratta di un servizio che ricade su tutti i componenti del nucleo familiare. L’assessorato quindi pagherà completamente la cifra che il comune dovrà versare al Ministero per il costo del servizio. L’istruttoria è stata preparata dall’ufficio Anagrafe dove si dovrà presentare la dichiarazione ISEE”.

La nuova Carta di Identità Elettronica si può richiedere esclusivamente nei seguenti casi:

* primo rilascio
* smarrimento/furto
* deterioramento
* scadenza smarrimento o furto della carta d’identità in corso di validità (previa presentazione della relativa denuncia)
* deterioramento della carta d’identità in corso di validità.

La durata della validità del documento varia a seconda dell’età del titolare. 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni, 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni e 10 anni per tutti i cittadini maggiorenni.

Il pagamento va effettuato prima dell’avvio della procedura di richiesta di emissione e deve avvenire esclusivamente tramite POS, bollettino di conto corrente postale, tesoreria comunale (qualsiasi filiale di banca Unicredit), bonifico o pagamento on line.

L’accesso al servizio di richiesta di rilascio della C.I.E. è possibile su prenotazione tramite l’agenda ministeriale (https://agendacie.interno.gov.it/) presso la sede centrale di C.so Vittorio Veneto n. 4 e presso gli uffici periferici delle Delegazioni cittadine nei quartieri di di Carbonara, Santo Spirito, San Paolo e Oriente; – liberamente presso gli uffici periferici delle Delegazioni di Ceglie, Loseto, Palese, Japigia, Torre a Mare e Libertà.