Bari, cantieri in città: l’assessore Galasso fa il punto dopo la settimana di ferragosto

logo Bari

I dettagli

BARI – L’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso fa il punto sullo stato dei cantieri in città al termine della settimana di ferragosto.

Ripreso regolarmente il cantiere di via Sparano, interrotto solo per qualche giorno a cavallo di ferragosto: le lavorazioni sono ora in corso in corrispondenza di via Crisanzio, dove le maestranze sono impegnate nell’esecuzione delle aiuole e fioriere previste all’incrocio verde. Il cantiere proseguirà senza interruzioni fino a novembre per arrivare alla consegna dell’opera entro la prima metà di dicembre.

Sono pressoché completate le lavorazioni che hanno interessato il marciapiede degli isolati di corso Vittorio Emanuele, tra via Sparano e via Roberto da Bari, un intervento realizzato nell’ambito del restyling di via Sparano, necessario per portare tutti i cavidotti degli impianti tecnologici della nuova via dello shopping verso Palazzo di Città, dove saranno connessi con il server comunale, e di qui con la sala operativa della Polizia locale per monitorare il sistema di videosorveglianza. Nei prossimi giorni si procederà alla bocciardatura dei nuovi marciapiedi realizzati in pietra, in analogia a quanto già fatto in via Roberto da Bari.

Mezzi all’opera anche su un piccolo cantiere per l’esecuzione del sistema di fognatura in via Beltrami / via Tunisi / via Mola, nei pressi del sottopasso pedonale, dove si verificavano ripetuti allagamenti proprio a causa dell’assenza di un tronco di fogna bianca. Si è scelto di intervenire sul problema in questo periodo per minimizzare i disagi all’utenza pedonale che utilizza abitualmente il sottopassaggio ferroviario.

Gli interventi di pulizia delle caditoie tra Torre Quetta e San Giorgio (oltre 170 su 4,5 km di strada) riprenderanno invece mercoledì, data di riapertura della discarica dove vanno conferiti i reflui dell’aspirazione della fogna bianca recuperati dai pozzetti e dalle condotte, per poi completarsi entro fine mese.

In questa settimana, o al più all’inizio della prossima, si procederà alla demolizione di due classi della scuola materna Rita Levi Montalcini a Torre a Mare per consentire gli interventi di costruzione della nuova palestra. Pertanto le due sezioni della scuola Montalcini si sposteranno alla scuola Acquaro, in via Morelli e Silvati, dove sono in corso i lavori di ristrutturazione della palazzina che ospitava l’abitazione del custode, che sarà trasformata in modo da realizzarvi aule scolastiche, e dei locali limitrofi, finora utilizzati come sede di alcuni servizi sociali, che invece ospiteranno le classi della materna Montalcini, che verranno accoppiate a due altre sezioni esistenti.

Lunedì prossimo riaprirà il cantiere per il raddoppio di via Amendola, e nel corso della settimana riprenderanno anche i lavori nel Teatro Piccinni.

A settembre, infine, saranno siglati i contratti per dare il via alla realizzazione del mercato coperto di via Pitagora e per l’avvio dei lavori del parco della ex Rossani.