Bari, avviata una nuova collaborazione tra assessorato al Welfare e Scienze politiche – Uniba

94

logo Bari

Per l’analisi delle povertà e dei nuovi bisogni espressi dai cittadini presso i presidi territoriali

BARI – Nella giornata di ieri l’assessora al Welfare Francesca Bottalico e il direttore del dipartimento di Scienze Politiche di Uniba Giuseppe Moro hanno avviato una nuova collaborazione attraverso un protocollo d’intesa per lo sviluppo della ricerca e il rafforzamento di ogni azione volta a favorire l’integrazione fra il sistema della ricerca e il sistema dei servizi socio-educativi territoriali per il contrasto alle vecchie e nuove povertà.

L’Università ha infatti tra i propri fini istituzionali la promozione e lo svolgimento di attività di ricerca, la diffusione e il trasferimento dei risultati delle proprie conoscenze e delle relative applicazioni, mentre l’assessorato comunale al Welfare, attraverso l’Osservatorio per l’inclusione sociale e il contrasto alla povertà provvede, tra l’altro, all’analisi dei bisogni, alla mappatura del sistema di offerta pubblico-privata dei servizi, all’analisi dei criteri di accesso ai servizi nonché al monitoraggio dei livelli essenziali di prestazione.

La collaborazione verterà essenzialmente sull’attivazione di linee di ricerca comuni attraverso la condivisione dei dati rivenienti dalle schede di accesso ai servizi redatte dagli operatori del Segretariato sociale impegnati presso la ripartizione Servizi alla persona, i Municipi e lo sportello sociale itinerante dell’Unità di strada comunale e i servizi impegnati nel contrato alle povertà estreme.

L’attività di ricerca, a cura del personale di Uniba, riguarderà dunque l’analisi e l’elaborazione dei dati relativi alle richieste di accesso ai servizi da parte dei cittadini (prive dei dati personali degli utenti) con riferimento al triennio 2017-20, anche alla luce dei nuovi bisogni sociali emersi durante l’emergenza sanitaria, nell’ottica di una nuova programmazione integrata sul tema del contrasto alle povertà.

Si consolida la collaborazione con l’Università di Bari, fondamentale per l’analisi dei nuovi bisogni sociali, socio-economici e psicologi – commenta Francesca Bottalico – anche alla luce dei cambiamenti sociali in atto anche per effetto dell’emergenza sanitaria. In questa direzione auspichiamo che, insieme alla rete di coordinamento delle associazioni e del privato sociale attiva in questi anni, l’Università possa accompagnarci in vista della partenza del nuovo tavolo di co-progettazione per l’elaborazione del nuovo piano di contrasto alle forme di povertà estreme e per la nuova programmazione di servizi in ambito socio sanitario ed educativo, due delle priorità del nostro attuale impegno“.

Il dipartimento, attraverso questa collaborazione con l’assessorato comunale al Welfare, vuole porre la conoscenza scientifica al servizio della città – prosegue Giuseppe Moro – per poterne studiare i problemi e dare basi di evidenza scientifica alle scelte politiche partendo dall’attività di studio sui bisogni espressi dai cittadini che si rivolgono agli sportelli del Segretariato sociale“.