Bari, approvata determina per indire accordo quadro su progettazioni costa sud

1

lungomare_nazario_sauro-bari

BARI – È stata pubblicata oggi la determina della Ripartizione Urbanistica con la quale si procede all’indizione della gara per la procedura di accordo quadro, della durata di 48 mesi, per reperire tutte le singole professionalità utili allo sviluppo del progetto di fattibilità tecnica ed economica dell’opera “Costasud, parco costiero della cultura, del turismo, dell’ambiente”.

Sulla base del finanziamento concesso dal Ministero della Cultura al Comune di Bari per l’ammontare di 75 milioni di euro, gli uffici delle Ripartizioni sono a lavoro per espletare tutte le procedure utili ad avviare le fasi di progettazione dell’opera.

Nella gara dell’accordo quadro sono elencati le seguenti attività tecniche da contrattualizzare nelle diversi fasi di elaborazione del progetto complessivo: servizi di ingegneria e architettura inerenti alla progettazione definitiva ed esecutiva, alla direzione lavori ed al coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione dei lavori nonché di quelle correlate alle azioni espropriative finalizzate alla realizzazione dell’intervento.

Per consentire una più rapida attuazione all’iniziativa si è proceduto con la definizione di 6 lotti di dimensione analoga allo scopo di ottimizzare e facilitare l’attuazione dell’intervento, con particolare riferimento alle attività espropriative, tenuto conto del diverso regime conformativo dei suoli interessati.

Le opere previste nei lotti di intervento possono essere così sintetizzate: lotti 1, 2 e 3, relativi al parco litoraneo di “Pane e Pomodoro”, “Torre Quetta” e “Torre Carnosa”, prevedono principalmente la riqualificazione naturalistica della fascia litoranea, con interventi di piantumazione, nuova rete di percorsi misti ciclopedonali e riprofilazione e parziale ridisegno del tracciato della strada litoranea; il lotto 4 “Parco Valenzano” prevede un settore di rinaturalizzazione dell’alveo della Lama Valenzano ed un settore di realizzazione del parco agricolo reticolare; il lotto 5 prevede la realizzazione di un parco agricolo reticolare, con creazione di una rete di spazi aperti ad uso pubblico all’interno di zone destinate ad orticoltura; il lotto 6 “Parco Bellavista” prevede la riqualificazione dell’area attualmente occupata dal centro sportivo Bellavista e l’estensione delle attrezzature sportive.

Con la pubblicazione dell’accordo quadro per reperite le professionalità utili alla redazione delle fase di progettazione e alla direzione dei lavori dei singoli lotti comincia ufficialmente l’iter di riqualificazione di costa sud – commenta il sindaco Decaro -. Il progetto del grande parco costiero di Costa sud è una delle prime opere che sarà sostenuta dai fondi del Pnrr e su cui l’amministrazione sarà concentrata nei prossimi anni“.

L’accordo quadro rappresenta in questa fattispecie il sistema più efficace ed efficiente per l’individuazione degli operatori, trattandosi di attività tecniche al momento non ancora puntualmente determinate/determinabili.

Per ognuno dei singoli lotti è stato definito un importo di massima che non costituisce valore contrattuale e, pertanto, non è in alcun modo vincolante ed impegnativo per l’Amministrazione, essendo lo stanziamento degli stessi collegato all’avvio delle procedure per l’esecuzione del singolo lotto di opera pubblica, in relazione alle esigenze dell’amministrazione:

– Lotto n. 1 – Servizi di ingegneria e architettura Parco Costiero “Pane e Pomodoro”, a cui corrisponde un valore massimo di € 805.282,93;

– Lotto n. 2 – Servizi di ingegneria e architettura Parco Costiero “Torre Quetta”, a cui corrisponde un valore massimo di € 916.432,32;

– Lotto n 3 – Servizi di ingegneria e architettura Parco Costiero “Torre Carnosa”, a cui corrisponde un valore massimo di € 691.537,32;

– Lotto n 4 – Servizi di ingegneria e architettura Parco “Valenzano”, a cui corrisponde un valore massimo di € 779.711,12; – Lotto n 5

– Servizi di ingegneria e architettura Parco “Reticolare”, a cui corrisponde un valore massimo di € 803.211,61;

– Lotto n 6 – Servizi di ingegneria e architettura Parco “Bellavista”, a cui corrisponde un valore massimo di € 868.802,89;

Nella relazione tecnica allegata ai documenti di gara sono inserite le specifiche relative agli indirizzi urbanistici e paesaggistici per ciascun lotto:

Nella relazione tecnica allegata ai documenti di gara sono inserite le specifiche relative agli indirizzi urbanistici e paesaggistici per ciascun lotto:

Parco Litoraneo “Pane e Pomodoro”

Questo lotto comprende tanto le aree attualmente utilizzate per la balneazione (spiaggia di “Pane e Pomodoro”) che l’attuale parco urbano di Punta Perotti tra via Ballestrero e la litoranea. Gli interventi previsti e individuati dalla tavola delle invarianti sono:

Strada Litoranea: riprofilazione e della sezione stradale (larghezza indicativa m. 7, vedi sezione tipo)
Strada litoranea: parziale ridisegno del tracciato della litoranea
Nuova rete di percorsi misti ciclo-pedonali
Riqualificazione naturalistica della fascia litoranea
Nuove aree attrezzate
Interventi di piantumazione (superficie 7 ha, sesto d’impianto mt 12 x 12)
Nuove aree a parcheggio
Sostituzione superfici di parcheggio asfaltate con pavimentazioni drenanti
Ristrutturazione / sostituzione dei pontili esistenti per la balneazione.
Riqualificazione delle aree già sede della “Ripartizione del personale Comune di Bari” e corrispondenti pertinenze.

Parco Litoraneo “Torre Quetta”

Questo lotto comprende la parte centrale del parco e include la maggior parte degli edifici esistenti da riqualificare. Gli interventi individuati dalla tavola delle invarianti sono:

Strada litoranea: riprofilazione e della sezione stradale (larghezza indicativa m. 7, vedi sezione tipo B)
Nuova rete di percorsi misti ciclo-pedonali
Nuove aree attrezzate
Interventi di piantumazione (superficie 9 ha, sesto d’impianto mt 12 x 12)
Sostituzione superfici di parcheggio asfaltate con pavimentazioni drenanti
Ristrutturazione / sostituzione dei pontili esistenti per la balneazione
Nuova sistemazione ambito Torre Quetta/ fermata FS
Riqualificazione/rigenerazione edifici esistenti per attività a servizio del parco

Parco Litoraneo “Torre Carnosa”

Questo lotto si estende dal sito di Torre Carnosa all’attuale area del Trullo. Gli interventi individuati dalla tavola delle invarianti sono:

Strada litoranea: riprofilazione e della sezione stradale (larghezza indicativa m. 7, vedi sezione tipo B)
Strada litoranea: parziale ridisegno del tracciato della litoranea
Nuova rete di percorsi misti ciclo-pedonali
Nuove aree attrezzate
Riqualificazione naturalistica della fascia litoranea
Interventi di piantumazione.
Nuove attrezzature per l’accesso all’acqua
Riqualificazione del “Lido Trullo”

Parco “Valenzano”

Questo lotto è suddiviso in due settori: un settore di rinaturalizzazione dell’alveo della lama Valenzano ed un settore di parco reticolare agricolo. Essi devono dare luogo ad uno sviluppo progettuale fortemente integrato. Gli interventi individuati dalla tavola delle invarianti sono:

Parco Agricolo Reticolare

Questo lotto include due differenti siti dove è prevista la realizzazione di una prima parte di parco agricolo reticolare, destinato ad estendersi negli anni a venire in un più vasto territorio agricolo, secondo il progetto di PUE in corso di elaborazione.

Gli interventi individuati dalla tavola delle invarianti sono:

Creazione di una rete di spazi aperti ad uso pubblico all’interno delle zone dedicate all’orticoltura. Gli elementi previsti all’interno del parco reticolare sono: o vegetazione, nuove piantumazioni; o percorsi misti ciclo-pedonali; o piccoli edifici di servizio / stoccaggio materiali con eventuale recupero di alcuni edifici esistenti; o Infrastrutture: rete principale irrigazione, illuminazione.
Spazi di margine: aree di verde attrezzato con funzione di raccordo tra i terreni a coltivo e i quartieri esistenti: o vegetazione, nuove piantumazioni a filare ad alto fusto; o Percorsi misti ciclo-pedonali; o aree attrezzate per il gioco e lo sport informale; o Aree di sosta moto e bici; o Aree attrezzate per orti familiari; o Piccoli edifici di servizio; o Illuminazione.
Aree destinate a orticoltura: o Salvaguardia e manutenzione muri a secco esistenti o manutenzione dei terreni attualmente utilizzati e rigenerazione dei terreni incolti (Interventi extra fondi PNNR, da valutare assieme allo studio di un modello economico-gestionale per l’orticoltura urbana).

Parco “Bellavista”

Questo lotto comprende l’area attualmente occupata dal Centro sportivo Bellavista e alcune aree limitrofe, comprese tra via Gentile e la linea ferroviaria esistente. Obiettivo è la riqualificazione dell’area e l’estensione delle attrezzature sportive.

Gli interventi individuati dalla tavola delle invarianti sono:

Rete di percorsi misti ciclo-pedonali (riconnessione delle aree agricole limitrofe e distribuzione interna al parco sportivo)
Vegetazione arbustiva (macchia mediterranea) e nuove piantumazioni a filare
Radure sportive o A-recupero campi sportivi esistenti, o B-nuove aree attrezzate per lo sport informale, o C-nuovo centro natatorio
Accessibilità da via Gentile (parco car-free) e riorganizzazione delle aree di parcheggio integrate nel parco.