Bari, alimenti senza glutine per gli alunni del convitto Cirillo

53

Siglato oggi il protocollo d’intesa tra Comune di Bari, Ladisa ristorazioni e l’istituto scolastico

protocollo-per-somministrazione-alimenti-senza-glutine-al-cirilloBARI – È stato siglato questa mattina, a Palazzo di Città, il protocollo d’intesa tra Comune di Bari, il convitto “Cirillo” e la ditta Ladisa Ristorazioni che prevede la somministrazione di alimenti senza glutine nel servizio di refezione scolastica al Cirillo. La fornitura dei pasti che non contengono glutine prenderà il via lunedì 3 ottobre.

Siamo riusciti a risolvere questo problema piccolo, nel senso che riguarda pochi alunni, ma di grande impatto in termini di attenzione e rispetto nei confronti di tante persone che non possono alimentarsi come tutti gli altri – ha esordito l’assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano , che ha siglato l’intesa per l’amministrazione comunale -. Nonostante il Comune non potesse intervenire direttamente, abbiamo cercato di facilitare la risoluzione della questione che ci era stata sottoposta. Quindi concludiamo felicemente questa vicenda immaginando una stagione di buona collaborazione con uno dei più importanti istituti scolastici privati di Bari. Per questo voglio ringraziare il consigliere Marco Bronzini che ci ha supportato molto nella stesura del documento e non solo, la ditta Ladisa per la sensibilità mostrata in questa occasione, l’associazione italiana Celiachia e tutti coloro che hanno partecipato al raggiungimento di questo risultato”.

Siamo molto soddisfatti della risoluzione di questa vicenda e di aver trovato di fronte a noi persone e istituzioni sensibili – ha dichiarato la dirigente scolastica del convitto “Cirillo” Margherita Viterbo -. Anche se gli alunni celiaci del nostro istituto sono solo cinque, era una situazione che ci amareggiava moltissimo. Per questo il mio ringraziamento va a tutti coloro che ci hanno contribuito al risultato odierno, anche a nome degli studenti e delle loro famiglie”.

Sono felice che sia stato raggiunto l’accordo con il convitto “Cirillo” – ha concluso Vito Ladisa , responsabile dell’azienda di ristorazione – ed esprimo la mia soddisfazione anche per le modalità con cui è stato portato a termine. Spesso, infatti, la politica si impegna per questioni che riguardano grandi numeri, mentre in questo caso si è mobilitata per poche persone e questo credo sia un bel segnale”.

All’incontro hanno partecipato anche il presidente regionale dell’associazione italiana Celiachia Michele Calabrese e il consigliere comunale Marco Bronzini.