Bari, affidati agli scout del Cngei i locali in disuso nella pineta San Francesco

61

Brandi: “Vogliamo che la pineta diventi luogo di attrazione per le famiglie e spazio di animazione sociale per i ragazzi”

logo BariBARI – L’assessore al Patrimonio Vincenzo Brandi rende noto che, in applicazione del vigente Regolamento comunale che disciplina la collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la gestione dei beni comuni, i locali interni alla pineta San Francesco, attualmente in disuso, sono stati affidati all’associazione di promozione sociale C.N.G.E.I. – Corpo nazionale giovani esploratori ed esploratrici italiani – sezione di Bari per la durata di un anno.
I locali individuati dall’accordo sono quelli dell’ex laboratorio, attiguo all’ex bar-pizzeria e gli spazi aperti circostanti, con esclusione di quelli già adibiti a bar-pizzeria che saranno oggetto di un bando di prossima pubblicazione.
Stiamo ridando vita a tutte le strutture abbandonate presenti nei parchi e giardini della città – commenta Vincenzo Brandi -. Questo ci consentirà di garantire sicurezza a quei luoghi che, se maggiormente vissuti e frequentati, possono rappresentare un presidio di socialità e legalità. Abbiamo affidato una delle due strutture presenti nella pineta di San Francesco agli Scout del C.N.G.E.I. con l’obiettivo di interessare, con questo e con i successivi affidamenti, l’intera pineta perché diventi luogo di attrazione per le famiglie baresi ma anche spazio di animazione sociale e di approfondimento per i nostri ragazzi grazie all’organizzazione di eventi tematici. Con le attività previste dal gruppo scout pensiamo di riorganizzare il servizio di accoglienza per gli amanti del turismo su due ruote e del camping. Nei prossimi mesi, in collaborazione con l’assessore Petruzzelli, affideremo l’altra struttura presente nella stessa pineta al fine di realizzare un bellissimo progetto che comprenderà attività sportive – ludico ricreative ed ambientali”.
Il patto di collaborazione tra amministrazione comunale e associazione Scout prevede la promozione di attività di pubblico interesse che abbiano effetti positivi sulla cura dello spazio verde cittadino e l’organizzazione di iniziative che riportino la pineta ad essere luogo di fruizione collettiva e propulsore di attività ricreative di carattere socio-culturale attraverso un modello di gestione condivisa.
L’associazione si occuperà inoltre di ripristinare i locali oggetto di concessione gratuita e a garantire la pulizia ordinaria degli stessi.