Bari, a Ferragosto garantiti i servizi del Welfare in favore delle persone più vulnerabili

4

bottalico assessore bari

BARI – L’assessora al Welfare Francesca Bottalico rende noto che anche nella giornata di ferragosto saranno assicurati i servizi erogati dall’assessorato in collaborazione con la rete territoriale del welfare in favore delle persone più vulnerabili.

Presso il centro diurno polifunzionale Area 51, in corso Italia, domenica 15 agosto il pranzo e la cena saranno distribuiti con modalità di asporto in vaschette monoporzione nel rispetto delle normative anticovid.

In particolare, per pranzo saranno servite bruschette alla mediterranea, cavatelli freschi ai frutti di mare, panino con straccetti di pollo all’orientale, frutta e acqua; per cena farfalloni al salmone e zucchine, panino con insalata russa e tonno, frutta e acqua.

Si ricorda che per tutto il mese di agosto, dalle ore 8.30 alle 20.30, Area 51 garantisce sia le attività quotidiane di accesso ai servizi igienici e alle docce, deposito bagagli e ricarica dispositivi digitali, sia quelle periodiche, tra cui lo sportello di orientamento legale, lo sportello informativo vaccinazione Covid, il supporto e accompagnamento all’iscrizione anagrafica, lo sportello prevenzione, lo sportello povertà estrema, il parrucchiere sociale e il guardaroba solidale.

Nella giornata di ferragosto anche il Centro sociale polivalente per anziani di via Dante 104 assicurerà la distribuzione dei pasti in favore di 20 anziani segnalati dai Servizi sociali poiché in condizioni di particolare disagio socio-economico.

In tutte le struttura di accoglienza diffuse sul territorio cittadino sarà comunque organizzato il pranzo di ferragosto per gli ospiti, al fine di offrire loro un momento di festa ed evitare che debbano uscire nelle ore più calde.

Saranno inoltre attive tutte le case di comunità – strada Marzano, Villa Ata, strada Scanzano, Albalonga, Feel at home (3 strutture a Gravina), fondazione Santi Medici (Bitonto), Albatros (Turi), Artemis (Molfetta), IFA (Triggiano) -, e garantiti gli inserimenti in emergenza presso: centro di accoglienza notturna Andromeda, Alloggio sociale Sole/luna, Chill house in emergenza sociale, centro di accoglienza notturna Don Vito Diana (Caritas), Casa Ain Karem per sole donne (Caritas).

Dalle ore 11 alle 16 di domenica 15 agosto sarà aperto anche il Caffè letterario a cura dell’associazione In.Con.Tra in piazza Balenzano.

Attivi h 24 anche il PIS – Pronto intervento sociale (numero verde 800 093470, tel. 080 8493594) che assicura interventi in emergenza in favore di adulti e persone migranti in condizione di difficoltà, anziani in stato di disagio e/o abbandono, donne vittime di violenza, minori in situazione di pericolo; il numero verde del CAV – Centro antiviolenza comunale (numero verde 800 202330, cell. pronto intervento 328 8212906, anche per sms) finalizzato all’ascolto, all’accompagnamento, al sostegno psicologico e alla tutela sociale e legale delle vittime di violenza fisica e psicologica. Si ricorda che per richiesta di aiuto e sostegno da parte di vittime di violenza e stalking è disponibile anche il numero verde nazionale 1522.

Domenica 15 agosto, infine, il servizio itinerante dell’Unità di strada Care for people sarà così organizzato:

· ore 20-23

via Napoli, complanare est, Pane e pomodoro, Punta Perotti, Camera di Commercio, Torre Quetta, piazza Balenzano, piazza Umberto;

· ore 23-02

via Sparano, corso Benedetto Croce, via Bozzi, teatro Piccinni, corso Italia, piazza Moro, via Capruzzi, viale Einaudi, via Amendola – Executive, via Amendola – Penny Market.

Cosi come per tutte le giornate dell’anno – commenta Franceca Bottalico –, anche a ferragosto l’assessorato al Welfare e la rete territoriale garantiranno servizi di prossimità e accompagnamento per i cittadini maggiormente vulnerabili: il presidio territoriale del centro polivalente per adulti in difficoltà comunale, l’unità di strada e i servizi comunali di pronto intervento sociale e contrasto alle violenze rimarranno sempre aperti. Inoltre domenica, in ogni struttura di accoglienza, saranno promossi dei pranzi sociali per favorire momenti di festa e aggregazione anche per chi resterà in città, mentre prosegue il progetto Non più soli che assicura la consegna domicilio di cibo e beni essenziali ai cittadini più fragili e soli seguiti a livello domiciliare dagli operatori coinvolti“.