Bari, 230 mila euro alle realtà sportive

46

Petruzzelli: “Presto modifiche al regolamento e aree pubbliche attrezzate per lo sport”

BARI – Sono complessivamente 100, tra associazioni sportive dilettantistiche agonistiche e promozionali, le realtà che accederanno ai contributi previsti dall’avviso pubblicato dall’assessorato allo Sport a ottobre scorso come sostegno per l’attività ordinaria realizzata nel 2016. Lo rende noto l’assessore Pietro Petruzzelli, che ricorda come l’importo disponibile sia cresciuto di 80mila euro rispetto allo scorso anno, arrivando a 230mila euro circa, con l’obiettivo di sostenere le società, gli enti e le associazioni che promuovono lo sport e l’attività sportiva diffusa sul territorio cittadino.

Abbiamo soddisfatto tutte le istanze che sono arrivate in risposta all’avviso – commenta Petruzzelli – riconoscendo contributi in base alle spese che le diverse società hanno sostenuto, tenuto conto per le società agonistiche dei costi sostenuti per le tasse gare, per l’iscrizione ai campionati e per i tesseramenti. Naturalmente questa scelta ha favorito le società che sono iscritte ad un numero maggiore di campionati e che hanno un’intensa attività giovanile. Nei prossimi mesi ci concentreremo sulle modifiche del regolamento che disciplina i contributi con l’obiettivo di adattarlo alle nuove esigenze che ci arrivano dal mondo dello sport cittadino. Nei prossimi, inoltre, giorni pubblicheremo un bando per promuovere lo sport negli spazi pubblici della nostra città, prevedendo delle premialità per chi decide di organizzare manifestazioni sportive nelle periferie perché siamo convinti che gli sportivi siano la parte sana della società e che lo sport sia il veicolo migliore per favorire la socializzazione e l’aggregazione dei cittadini. Su questo fronte stiamo predisponendo un piano per allestire spazi pubblici con attrezzature sportive, playground, attrezzi ginnici attraverso una progettazione condivisa con i cittadini e con tutte le associazioni sportive del territorio. Siamo già a lavoro su alcune zone oggetto di interventi di riqualificazione: ex gasometro, parco via Toscanini e via Troisi, parco via Suglia, ex Casema Rossani e in alcune arre del quartiere Sant’Anna. In questa maniera trasformeremo Bari in una palestra a cielo aperto in cui tutti saranno invogliati a fare attività sportiva, consapevoli che in questa maniera stiamo lavorando non solo sulla forma fisica e mentale ma anche per la salute dei città“.

Sono 57 le realtà agonistiche beneficiarie dei contributi, che ammontano a circa 160mila euro e che coprono l’affiliazione a federazioni o discipline riconosciute dal CONI, l’iscrizione a Campionati o Tornei che abbiano rilevanza agonistica nonché le spese obbligatorie per la partecipazione ai campionati delle diverse categorie. Alle 43 realtà promozionali vanno i restanti 70 mila euro circa come contributo alle attività ordinarie realizzate nel corso dell’anno appena concluso.