Arnesano, il Meetup locale fa una proposta a tutela degli animali

40

“Si sanzioni chi li abbandona e chiunque depositi sostanze velenose sul territorio comunale”

logo arnesano 5 stelleARNESANO (LE) – In data 11 Luglio il Meetup Arnesano Cinque Stelle ha protocollato una proposta indirizzata ai rappresentanti della giunta comunale per promuovere il benessere e la tutela degli animali, attraverso la realizzazione di un Regolamento Comunale, o la sua integrazione qualora esistesse, favorendo e diffondendo i principi di corretta convivenza con la specie umana.

Chiediamo – dichiarano i componenti del meetup locale – di sanzionare chiunque abbandoni di qualsiasi tipo di animale. Il fenomeno dell’abbandono di animali ha nella stagione estiva, come ormai noto, il momento di massima espansione, decine di migliaia di animali domestici nei pochi mesi della stagione estiva perdono casa e affetti in cambio di una piazzola di sosta autostradale o di una via di qualche città, nel migliore dei casi. Inoltre, tra le varie proposte, chiediamo di sanzionare severamente a chiunque di spargere o depositare in qualsiasi modo, e sotto qualsiasi forma alimenti contaminati da sostanze velenose e/o materiali nocivi in luoghi ai quali possano accedere animali. In passato, si sono verificati ritrovamenti di bocconi avvelenati, sul territorio comunale, che ha portato le proteste di numerosi cittadini arnesanesi. L’applicazione della sanzione amministrativa di cui all’art. 7 bis del Decreto Legislativo 18 agosto 2000 n. 267 va da un minimo di 25 Euro ad un massimo di 500 Euro”.
A tal fine – concludono – l’Amministrazione dovrebbe favorire la promozione politiche, iniziative e campagne di sensibilizzazione intese ad aumentare la conoscenza degli animali urbanizzati, nonché attività di informazione mirate ad incentivare l’adozione degli animali abbandonati e finalizzate ad arginare il fenomeno del randagismo. Il Comune di Arnesano, anche in collaborazione con le Associazioni Animaliste di Volontariato e altri soggetti pubblici e privati, dovrebbe promuovere politiche volte a fornire un supporto per il mantenimento e la cura degli animali anche a favore delle fasce disagiate di cittadini che detengono animali da affezione.