Andria, “Prefettura”: approfondimento delle misure introdotte dal Governo

5

ANDRIA – Massima attenzione alla corretta osservanza delle nuove disposizioni previste dall’ordinanza del Ministero della Salute dello scorso 16 agosto che, come noto, ha introdotto l’obbligo, dalle ore 18.00 alle ore 06.00, dell’utilizzo di protezioni delle vie respiratorie anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e nei locali aperti al pubblico, nonché negli spazi pubblici dove possono formarsi assembramenti.

E’ quanto stabilito nel corso dell’odierna Riunione Tecnica di Coordinamento delle Forze di Polizia di Bari e Foggia, presieduta dal Prefetto di Barletta Andria Trani Maurizio Valiante.

Saranno dunque intensificate le attività di vigilanza, prevenzione e controllo da parte delle Forze di Polizia del territorio, con la collaborazione delle Polizie Locali dei Comuni, per il rispetto delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

A tal riguardo, già nel pomeriggio di lunedì 17 agosto il Prefetto Valiante aveva riunito i Sindaci della provincia ed il Direttore Generale della Asl BT proprio per un ulteriore approfondimento delle misure introdotte dal Governo e dalla Regione Puglia in materia di contenimento della diffusione del Coronavirus.

In tale ambito, è stata rappresentata la necessità di proseguire nel solco della fattiva collaborazione tra Forze di Polizia e Polizie Locali dei Comuni, proprio per concorrere nei servizi di controllo dei luoghi considerati più critici poichè maggiormente affollati durante la stagione estiva.

Di fondamentale importanza, inoltre, il ruolo delle Amministrazioni comunali nel sensibilizzare le singole comunità sull’utilizzo delle mascherine e sul divieto di assembramenti nelle aree considerate a rischio per la salute pubblica, attraverso tutti gli strumenti utili ad incoraggiare l’adozione di comportamenti responsabili.

Sarà infine cura dei Sindaci individuare le strade, le piazze, gli slarghi, le vie ed i lungomari cittadini in cui disporre l’obbligo dell’utilizzo dei dispositivi delle vie respiratorie, previsto dalla recente Ordinanza del Ministero della Salute.