Anche la Puglia partecipa a Crowdwine: la prima piattaforma di crowdfunding dedicata al mondo del vino italiano

21

cantine giara

Nella piattaforma anche la regione Puglia rappresentata da Cantina Giara

MILANO – C’è anche la Puglia tra le dieci regioni scelte per la primissima campagna di Crowdwine, una piattaforma inedita che vuole sostenere le piccole e medie cantine di qualità italiane. Primo progetto di crowdfounding per le aziende vitivinicole italiane, online dal 25 maggio, Crowdwine è nato da un’idea di Federico Gordini presidente di Milano Wine Week, in partnership con Originalitalia ed Eppela.

Attraverso l’acquisto di una degustazione in cantina, oppure dei vini scelti dall’azienda – sia di annate in commercio che en primeur – si può contribuire a dare sostegno alle aziende vitivinicole, instaurando una vera e propria interazione con i vignaioli, in un momento storico in cui l’intero comparto del vino sta vivendo una profonda mutazione strutturale, commerciale e relazionale.

Cantina Giara in rappresentanza della Puglia sceglie i vini Melech e Cicaleccio

L’azienda vitivinicola Cantina Giara è una realtà a conduzione familiare che si trova ad Adelfia, in provincia di Bari. Qui, tra le vigne pugliesi, la famiglia Nicassio si dedica alla produzione e valorizzazione di vini come il Primitivo, il Greco o la Malvasia da vinificazione naturale. Questa scelta nella lavorazione richiede abilità e pazienza ma permette di produrre un vino più unico che raro.

Posti a 231 metri di altitudine sul livello del mare, i vigneti sono situati su terreni calcareo-argillosi e a spalliera alta, con rese contenute. Le escursioni termiche quotidiane tra il giorno e la notte conferiscono alle uve un importante patrimonio aromatico.

Con Crowdwine è possibile conoscere di persona i vignaioli di Cantina Giara prenotando una degustazione in cui farsi raccontare i segreti del loro lavoro sorseggiandone una selezione dei migliori vini prodotti. Tra questi il Melech 2019, un vino bianco non filtrato e non chiarificato con cui la Cantina partecipa a Crowdwine, mentre per chi volesse acquistare en primeur c’è il Cicaleccio 2020.