Alpaca Fest tra musica e incontri all’Officine Cantelmo di Lecce

0

 

Dal 28 al 30 ottobre

LECCE – Da giovedì 28 a sabato 30 ottobre (dalle 19:30) le Officine Cantelmo di Lecce ospitano Alpaca Fest. Il Festival, organizzato in collaborazione con Alpaca Music, Coolclub, SetteAdv, Radio Skylab e Radio Wau, all’interno della Programmazione Puglia Sounds Circuito dei luoghi 2020/2021 della Regione Puglia (FSC 2014/2020 Patto per la Puglia – Investiamo nel vostro futuro), proporrà talk e concerti con una line up tutta salentina. Sul palco si alterneranno Tuma, Diego Rivera, Puka Shell’s Bling, Yorker, La Malasorte e Manu Funk per tre serate alla scoperta della nuova musica made in Puglia. Ingresso gratuito con green pass obbligatorio. Info 3486087776 – 0832304896 – info@officinecantelmo.it.

Si parte giovedì 28 ottobre dalle 19.30 con l’inaugurazione della mostra “Onde sonore” a cura dell’agenzia di comunicazione SetteAdv. Così come le onde sonore che, partendo da un punto di origine, si propagano verso l’ascoltatore, la mostra intende favorire la diffusione del pensiero di quelle donne che oggi, nel 2021, sono attrici attive nella complessa questione dell’empowerment femminile. Dalle 21.30 al via la musica con i concerti del giovane cantautore Tuma e di Diego Rivera, progetto del cantautore Carmine Tundo, leader della band La Municipàl. Le canzoni del ventiquattrenne Tuma raccontano storie di vita quotidiana, semplici, vissute e non, guardate dalla prospettiva di uno studente squattrinato qualsiasi che vive alla giornata insieme ai suoi coinquilini, con la convinzione che spesso, come direbbe un suo caro amico, basta una chitarra e una bottiglia di rum per stare bene. Il 27 Novembre 2020 pubblica il suo album d’esordio Tuma01, targato Discographia Clandestina e distribuito da Artist First. Diego Rivera lega un cantautorato ispirato alle radici della propria terra ai suoni mediterranei con influenze del Sud America. In scaletta i brani di “Gran Riserva”, una raccolta di storie che si sussegue come in un film, dove brani dal sapore latino e dalla fattura della scuola classica cantautoriale italiana si alternano a intermezzi strumentali che richiamano paesaggi e terre lontane. “Gran Riserva” è un ponte tra il Salento, dove sono ambientate la maggior parte di queste storie, il Sudamerica e alcune vecchie pellicole cinematografiche western, dove cori e reverberi fanno da tappeto alla chitarra classica e alle percussioni, protagoniste in tutto l’album. Ogni canzone racconta uno spaccato del Salento e della Puglia, a cominciare dal singolo Santa Maria al bagno, raccontando in una vena romantica e ironica una terra bellissima che spesso porta con sé anche enormi contrasti e contraddizioni.

Venerdì 29 ottobre la serata partirà sempre alle 19.30 con il talk “Onde corte – vivere la radio dopo la pandemia”, un confronto tra le esperienze di ripartenza tra RadioWau (webradio dell’Università del Salento) e Radio Skylab (radio FM) in un periodo di riscoperta del mezzo radiofonico. A seguire dalle 21.30 i concerti del progetto Puka Shell’s Bling e del duo Yorker. Puka Shell’s Bling è un progetto musicale “pop r&b” nato a Lecce nel 2018. Il trio parte dall’amicizia di Emanuele e Anoir, compagni di infanzia, e si consolida con l’incontro con Aurora nel 2017. I percorsi individuali, seppur con tanti ostacoli, si uniscono, dando vita a una “multicromia” del gruppo. Le influenze dei tre musicisti sono multiformi: si va dal funk all’r&b al raggae, dal neo-soul al pop, dal rock all’hip hop, dall’ambient alla musica classica. Numerosi sono gli incontri individuali con tanti artisti della scena musicale italiana, europea e qualche connessione con gli Stati Uniti. La scelta di scrivere in inglese è dovuta sia al background musicale sia a un senso di appartenenza al mondo intero, senza confini né barriere: “One nation under a groove”. Yorker è un duo neo soul formato dal batterista e cantante Antonio “Dema” De Marianis e dal chitarrista Gino Semeraro. Tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021 il progetto esordisce con “Come un matto” e “Difetto”, singoli distribuiti da Artist First e targati Discographia Clandestina. Dopo aver maturato anni di esperienza sui grandi palchi in Italia e in Europa, i due musicisti si ritrovano, dunque, per questa nuova avventura musicale nella “Cascina Dema Studio”, quartier generale dove nascono le loro canzoni. Nel 2019 il duo collabora, in studio di registrazione e in concerto, con la giovane cantante ceca Giudi, esibendosi, tra le altre tappe, in alcuni festival in Repubblica Ceca (Rock for People, Nouvelle Progue) e nel club The Social di Londra.

Sabato 30 ottobre la serata conclusiva sarà dedicata ai vari aspetti creativi della musica. Dalle 19.30 nel talk “Parole parole parole – dalla scrittura musicale alla poesia” si indagherà sull’utilizzo della parola come strumento di massima espressione. Con lo scrittore Osvaldo Piliego dialogheranno Simone Perrone e Rafqu, musicisti, cantanti, compositori e autori di testi, romanzi e poesie. A seguire dalle 21.30 si alterneranno il duo hip hop La Malasorte e il cantautore indie Manu Funk. La Malasorte nasce nel 2019 dall’incontro tra il rapper Proofeta (Pierluigi Conte) e la cantante Lamush (Claudia Giannotta). Nel 2020 escono i primi tre singoli, “Blu”, “Verde” e “Rosso”, racchiusi nell’Ep “RGB”, distribuito su tutte le piattaforme digitali da Artist First. Il sound è un connubio di due generi che derivano dal background eterogeneo delle due menti: il rap e la world music. Dopo le collaborazioni con Gaston, Pietro Neos e Valeria Capocello per il brano “Alta Marea” e con il collettivo Mu.Fu (Musica del Futuro), nell’estate 2021 esce il nuovo singolo “Comodi”. Manu Funk, moniker di Emanuele Pagliara, nasce a Lecce l’8 Settembre 1985. Fin da piccolo dimostra una spiccata attitudine verso l’universo della musica nel senso più ampio del termine. Nel dicembre del 2008 parte la nuova avventura come chitarrista di Roy Paci & Aretuska. Grazie a loro calca i palchi dei più grandi festival in Italia e nel mondo (Brasile, Stati unti, Spagna, Olanda, Germania, Francia, Norvegia, Grecia, Austria, USA). Nel novembre 2009 dà vita al progetto Bundamove, con cui pubblica “Da funk machine” (2010), “Sexy voodoo party” feat BB Cico (singolo – 2012), “Connection” (2014), “Rollover” (singolo – 2016), “Nandu Popu meets Bundamove” (2018) e recentemente il singolo “Libera”. Nel 2020 fonda La Funkeria Records srls che nasce come casa di produzione ed etichetta indipendente. Contemporaneamente dà il via al suo progetto solista con lo pseudonimo di Manu Funk, percorrendo un cantautorato electro/funk con sfumature indie. Nell’Aprile 2020 presenta il suono nuovo volto nella scena musicale con la cover “Bella Senz’anima” di Riccardo Cocciante e nell’estate del 2020 esordisce con la sua musica inedita pubblicando “Non ho lavato la macchina” ed “Era bella”.