Al via la distribuzione della spesa solidale nel nuovo HUB del Centro Servizi per le Famiglie del Municipio 2 di Bari

9

 

Dopo la raccolta, effettuata fino a Natale dal servizio dell’assessorato al Welfare del Comune di Bari, inizia la distribuzione ai nuclei familiari in povertà economica dei territori di Carrassi, San Pasquale e Mungivacca

BARI – Parte il 27 dicembre 2021 la distribuzione di beni alimentari, per l’igiene della persona e per la casa del nuovo HUB per il sostegno delle povertà economiche del Centro Servizi per le Famiglie del Municipio 2 e Casa della Salute dei Bambini – Territori di Carrassi, San Pasquale e Mungivacca dell’assessorato al Welfare del Comune di Bari.

Nel CSF di Viale Unità d’Italia 63/c, infatti, è nato l’HUB che offre agli aventi diritto il servizio di “spesa solidale”, in rete con le attività commerciali e le realtà del territorio, con le aziende e i privati. La finalità del Centro Servizi per le Famiglie, del resto, è proprio mettere in rete le cittadine e i cittadini, minori e adulti, con i servizi e le opportunità del territorio, cercando di risolvere le criticità e di dare la possibilità di partecipare alla vita della comunità, sviluppando il senso di legalità e la cittadinanza attiva.

Il territorio ha risposto all’appello dell’HUB subito, in maniera concreta e costante, con senso di solidarietà e condivisione. In tantissimi hanno donato beni lasciandoli nei carrelli predisposti dai volontari all’uscita di alcuni supermercati della zona. Una grande donazione di pasta e biscotti è arrivata dalla DIVELLA e le famiglie dell’Istituto Laterza hanno dato un grosso contributo. Da segnalare l’evento TOMBOLHUB, un’originale soluzione che ha permesso di mettere in palio oggetti di artigianato realizzati presso il Centro in cambio di beni e ha coinvolto cittadine e cittadini, adulti, bambine e bambini.

Si può accedere alla spesa solidale sia su accesso diretto sia su segnalazione del Servizio Socio Educativo del Municipio2.

Il servizio sarà disponibile non solo durante le festività natalizie, ma tutto l’anno, grazie alle donazioni presso i supermercati e agli appuntamenti organizzati dal CSF per la raccolta di beni.