Al Castello Svevo di Bari “Wind”, proposto dall’Ayso – Apulian Youth Symphony Orchestra

3

ayso orchestra

BARI – In occasione dell’iniziativa che prevede l’apertura straordinaria serale dei luoghi della cultura della Direzione e nel rispetto della normativa anti-Covid, mercoledì 21 luglio alle ore 19.30, il Castello Svevo di Bari accoglierà nella sua corte centrale un concerto dal titolo “Wind”, proposto dall’AYSO- Apulian Youth Symphony Orchestra, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio regionale, organizzato da Puglia Cultura e Territorio s.r.l. con il sostegno di Fondazione Puglia e del Garante dei diritti del Minore.

Dopo il successo degli appuntamenti del 3 e del 18 luglio scorsi, l’Orchestra di AYSO, diretta dalla M° Teresa Satalino, ci accompagnerà nell’ascolto di:

Fanfare und Fluorishes di James Cuneow;
Suite op. 4 di Richard Strauss;
Kleine Dreigroschenmusik di Kurt Weill;
Overture da Candide di Leonard Bernstein;
Flashing winds di Jan Van der Roost
Ispirato al Te Deum, Fanfare and Flourishes for a Festive Occasion di Marc-Antoine Charpentier (1634-1704), la composizione originale di James Cuneow è un pezzo esilarante, di grande originalità, brillantezza e potenza musicale. Di fama internazionale, Cuneow è considerato uno dei compositori più prolifici di opere per banda da concerto, banda di ottoni, orchestra, coro e vari ensemble vocali e strumentali.

Suite op. 4 di Richard Strauss fu presentata per la prima volta nel 1884. Il primo tempo (Praeludium) è diviso in diverse sezioni, sia pur collegate e strette fra di loro. La Romanze è un andante in tempo ¾ dal carattere perentorio ed eroico. La Gavotte si snoda con eleganza e in un’alternanza di disegni staccati e legati. L’ultimo tempo è un andante cantabile dove si riascoltano i temi della Romanze, sviluppati melodicamente e ritmicamente secondo un procedimento ascensionale che sfocia nella fuga.

Ispirata a L’opera del mendicante, la Kleine Dreigroschenmusik (Opera da tre soldi) del compositore tedesco Kurt Weill nasce su testo di John Gay, poeta e drammaturgo inglese, musicata e messa in scena nel 1728. Il successo è senza precedenti, rappresentando punto di svolta non solo nel lavoro di Weill, ma in generale per il teatro musicale. A far da protagonista sulla scena sono le vicende dell’uomo del ventesimo secolo e del milieu che lo circonda in un’innovativa parodia sociale e culturale. Sul piano compositivo Weill utilizza melodie popolari contemporanee, attingendo anche al jazz. Sul piano drammaturgico lo spettatore viene messo nella condizione di sperimentare la condizione dello straniamento, il distacco da ogni forma di coinvolgimento emotivo. Niente pathos operistico, niente arie da belcanto, ma musichette da cabaret in una grande versatilità che fanno di Weill un artista poliedrico e all’avanguardia.

L’Overture, che apre il primo dei due atti che compongono l’operetta Candide, è stata composta nel 1956 dal grande direttore d’orchestra statunitense Leonard Bernstein sulla base dell’omonima novella di Voltaire. Il 28 ottobre dello stesso anno viene eseguita per la prima volta la versione originale su libretto di Lillian Hellman a Boston, nel Colonial Theatre. La brillante Overture parodizza gioiosamente la tradizione comica di marca europea, da Rossini a Gilbert e Sullivan, e appare traboccante di vitalità sin dall’apertura, marcata dalla fanfara degli ottoni, cui succede una breve frase degli archi, ripresa da tutta l’orchestra nell’elaborazione, con grande varietà di impasti timbrici e cambi di ritmo

Flashing winds del compositore belga Jan Van der Roost è dedicata alla band giovanile “Arlequino” (Arlecchino). Caratterizzato dalle sue sonorità colorate ed efficaci, questo pezzo è esplosivo e variopinto. Ricco di cambi di tempo, si contraddistingue per il finale virtuosistico.

Anche in questo concerto i giovani musicisti di AYSO si esprimeranno con artisti di altissimo profilo professionale, solisti ed ospiti d’eccezione: Francesco Pomarico, primo oboe Orchestra Nazionale della RAI; Andrea Corsi, primo fagotto Orchestra Nazionale della Rai; Emanuele Urso, primo corno Orchestra Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.

Informiamo i visitatori che, in occasione dell’evento, il Castello Svevo di Bari effettuerà apertura straordinaria serale fino alle ore 22.30, con ingressi garantiti nel rispetto del numero massimo previsto dal protocollo anti-Covid dell’Istituto.

Informazioni per il pubblico

Orario del concerto: ore 19.30

Capienza massima ospiti: 130 posti a sedere all’aperto

Costo: gratuito fino ad esaurimento posti

Prenotazione: obbligatoria

Modalità di prenotazione: per partecipare al concerto è obbligatorio registrarsi qui: https//www.eventbrite.it/e/biglietti-ayso-wind-orchestra-163395990807, inserendo i nomi dei partecipanti e un numero di cellulare. Dopo la registrazione gli organizzatori inoltreranno alla mail inserita il biglietto da stampare o da esibire su smartphone obbligatoriamente all’ingresso al Castello. Ogni persona potrà prenotare per massimo un altro accompagnatore.

Si chiede, ai gentili fruitori, in caso di improvvisa impossibilità alla partecipazione all’evento, di comunicarlo in tempi utili, in modo da poter procedere allo scorrimento della lista d’attesa che si determina per ogni evento.

Modalità di fruizione in caso di pioggia: esclusivamente in caso di pioggia, il concerto si svolgerà eccezionalmente in Sala Bona Sforza dove i prenotati, suddivisi in due gruppi da 65 persone, potranno accedere o alle ore 19.30 o alle ore 20.45. In assenza di pioggia si potrà godere del concerto in un’unica rappresentazione alle ore 19.30.