Abaterusso: “Trenitalia ha oltrepassato il limite penalizzando ancora una volta il Salento e la Puglia”

74

Le dichiarazioni del Presidente del Gruppo consiliare Articolo 1 – MDP Regione Puglia

ernesto abaterussoLECCE – “La continua carenza di collegamenti ferroviari da e per la Puglia assume, soprattutto in questo periodo estivo, il sapore di una deliberata provocazione nei confronti di un territorio considerato da tempo di serie B e già costretto a pagare a caro prezzo il gap infrastrutturale con le altre regioni”.

Così in una nota Ernesto Abaterusso, presidente Gruppo consiliare Articolo 1 – MDP Regione Puglia, che aggiunge: “Ancora una volta Trenitalia ha oltrepassato il limite, preferendo ragionare solo a scopi di lucro quando suo dovere principale dovrebbe essere quello di garantire un servizio dignitoso e eguale per tutto il Paese. Da nord a sud. Quello che chiediamo è solo buon senso e un po’ di rispetto nei confronti dei cittadini e dei viaggiatori. Spiace però dover constatare come Trenitalia sembra non averne proprio – di rispetto e di buon senso – dato che non perde occasione per irridere la popolazione pugliese e salentina e precludere a un’intera regione nuove possibilità di sviluppo e crescita.  Tocca dunque a noi, cittadini e referenti politico-istituzionali, far sì che la Puglia e il Salento non siano considerate ancora periferie d’Italia. Auspico pertanto che il Presidente Emiliano, l’Assessore Giannini e le istituzioni tutte facciano fronte comune al fine di difendere un diritto – quello alla mobilità – che il nostro territorio merita e rivendica con forza da tempo e che non può essere più calpestato. Trenitalia, dal canto suo, faccia un passo indietro e anteponga alla logica monopolistica, sensibile solo alle cosiddette regole della convenienza di mercato, l’attenzione nei confronti delle esigenze e delle istanze provenienti da un territorio e da tanti utenti che non meritano di essere ulteriormente penalizzati”.