A Ruben Razzante il Premio Maglio 2020 alla carriera

9

ruben razzante

La premiazione si terrà ad Alezio (Lecce) sabato 5 settembre

ALEZIO (LE) – Ruben Razzante, nato a Taranto, giornalista professionista dal 1998, docente universitario alla Cattolica di Milano e alla Lumsa di Roma, oltre che autore di importanti monografie e Manuali sul diritto dell’informazione, sarà insignito del Premio alla carriera nella cornice della IX edizione del Premio Maglio. Razzante negli ultimi anni ha dato un contributo decisivo nella battaglia contro le fake news e per la difesa della qualità dell’informazione, ricoprendo vari incarichi istituzionali e dando alle stampe numerose pubblicazioni illuminanti sul tema. E’ un esperto riconosciuto a livello nazionale ed europeo di tematiche legate all’irruzione di internet nel mondo della comunicazione e dell’informazione. Nell’aprile di quest’anno, con decreto del sottosegretario all’Editoria, Andrea Martella, è stato nominato membro esperto a titolo gratuito dell’”Unità di monitoraggio per il contrasto alla diffusione di fake news relative al Covid-19 sul web e sui social network”. E’ fondatore e presidente del Comitato scientifico del portale www.dirittodellinformazione.it, uno dei principali riferimenti per gli studiosi degli aspetti giuridici e socio-culturali collegati all’espansione della Rete.

Il prestigioso riconoscimento gli verrà conferito nel corso di una cerimonia che si svolgerà ad Alezio (Lecce) sabato 5 settembre, alle ore 19.30, nella piazza antistante il Museo Messapico intitolata ad Antonio Maglio. La serata di premiazione sarà condotta dal giornalista Marcello Favale, aperta dal presidente dell’Associazione Maglio, on. Giacinto Urso e dal sindaco di Alezio, Andrea V. Barone. Seguiranno i saluti delle autorità presenti. Il presidente onorario dell’Associazione, prefetto Carlo Schilardi, terrà l’intervento conclusivo. La premiazione si svolgerà nel rispetto delle disposizioni anti-Covid. Tra gli invitati il presidente dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti, Carlo Verna, e il segretario generale della Federazione Nazionale della Stampa, Raffaele Lorusso.

«La pandemia – commenta il professor Ruben Razzante – ha reso ancora più decisivo il ruolo dell’informazione professionale. I giornalisti sono chiamati ad un supplemento di verifica delle notizie riguardanti la salute, bene primario dei cittadini. Sono grato ai promotori del Premio Maglio per avermi insignito di questo riconoscimento. Mi auguro di poter contribuire ancora più efficacemente, nei prossimi anni, alla difesa dell’originalità del lavoro giornalistico e della qualità dell’informazione, sia come editorialista che come studioso e docente di diritto dell’informazione. C’è tanto da fare sul piano giuridico, deontologico, tecnologico e culturale per potenziare le garanzie della democrazia dell’informazione, sempre minacciate dall’invadenza di altri poteri che minano l’autonomia e l’indipendenza del mondo editoriale».

Il Premio Maglio 2020 è stato vinto da Francesco Strippoli, caposervizio del “Corriere del Mezzogiorno”, edizione di Puglia, giornale al quale lavora dalla fondazione (nel dicembre 2000).

Secondi ex aequo Gaetano Campione, autore di un’inchiesta sui commerci illegali con l’altra sponda dell’Adriatico pubblicata su La Gazzetta del Mezzogiorno, e Nicola Lavacca che ha firmato l’intervista “Io sono qui per amore dei bambini” pubblicata su Famiglia Cristiana. Una menzione speciale a Nicola De Paulis, che ha partecipato con l’articolo “Giulio Acquaviva, l’eroe che morì contro i turchi”, pubblicato sul Nuovo Quotidiano di Puglia, per il suo impegno nella ricerca storica e archeologica sul Salento.

All’iniziativa, promossa dall’Associazione Maglio e dal Comune di Alezio, con il patrocinio dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti, dell’Ordine di Puglia, della Federazione Nazionale della Stampa e di Assostampa Puglia, collaborano numerose aziende pugliesi di differenti settori produttivi. Il Premio Maglio è ormai diventato un appuntamento di cartello della stazione estiva del Salento ed è tra i riconoscimenti più prestigiosi nell’ambito del mondo dell’informazione nazionale.