A Lecce Festa della Salute Mentale

Presentato l’evento Fuori Traccia che si svolgerà al Castello Carlo V e al Teatro Paisiello, dal 15 al 17 gennaio

presentazione 'fuori traccia' lecceLECCE – “Fuori Traccia 2016. Festa della Salute Mentale”. Si chiama così la manifestazione di promozione del benessere psichico, di informazione e sensibilizzazione in programma a Lecce al Castello Carlo V e al Teatro Paisiello, dal 15 al 17 gennaio.

“Fuori Traccia 2016” è un forum per presentare, discutere e divulgare le nostre pratiche nel territorio, pensato per far conoscere più da vicino come si opera nel campo della salute mentale e per superare un pregiudizio diffuso rispetto a questo tema. Si svolge in forte sinergia con il Comune di Lecce, la S.I.P.S. (Società Italiana di Psichiatria Sociale), la S.I.R.P. (Società Italiana di Riabilitazione Psicosociale), la Provincia di Lecce, la Regione Puglia.
Il Dipartimento di Salute Mentale della ASL Lecce promuove questo evento scientifico – culturale con l’obiettivo di sensibilizzare e coinvolgere la comunità sui temi della salute mentale e della lotta allo stigma ed al pregiudizio.
La manifestazione, giunta alla II edizione, vuole essere un momento d’incontro, di riflessione e una vetrina per i progetti sulla salute mentale in ambito di prevenzione, cura, riabilitazione, nell’area del benessere e della ricerca di stili di vita salutari, con linee d’azione che si sviluppano lungo tutto l’anno a cura degli operatori del Dipartimento di Salute Mentale, delle Cooperative e del Privato Sociale, delle Società Scientifiche, dell’Università.

Questa è un’opportunità che si rivolge a due interlocutori diversi – ha commentato il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, durante la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa – prima di tutto ai pazienti, che riescono a interfacciarsi in modo nuovo e specifico con il mondo medico e scientifico, poi alla comunità tutta, che attraverso iniziative dedicate alla salute, arricchisce le proprie competenze e conoscenze relativamente a problematiche poco note. E’ un proficuo scambio culturale”.

Nel corso di tre giornate, presso il Castello Carlo V e il Teatro Paisiello, si alterneranno eventi scientifici, dibattiti culturali, letture di libri, proiezioni filmiche, performance teatrali, spettacoli di danza, mostre ed esposizioni pittoriche, aventi come tema comune il diritto di cittadinanza, la promozione del benessere psichico e la lotta allo stigma.
Il Dipartimento di Salute Mentale della ASL Lecce è impegnato da anni, grazie alla rete di servizi territoriali e ospedalieri, nel riconoscimento e negli interventi precoci per i disturbi psichici, adottando protocolli specifici in grado di contrastare la comparsa di manifestazioni gravi, il declino funzionale, le ricadute, e di garantire i diritti di cittadinanza.
Quest’anno sarà dedicata un’attenzione particolare a due “popolazioni speciali”: i giovani delle scuole secondarie e le persone private della libertà.
Nella consapevolezza che la promozione del benessere durante l’età adolescenziale rappresenta il primo livello per un intervento globale con un’alta valenza preventiva, per fornire ai ragazzi strumenti adeguati per affrontare situazioni di difficoltà e di rischio, anche nell’ottica di future collaborazioni e progettualità, saranno invitati gli studenti delle Scuole Secondarie a partecipare all’intera manifestazione e, in particolare, ai lavori congressuali della mattinata del 16 gennaio 2016, dalle ore 8.30 alle 14.00 circa, presso il Castello Carlo V.
All’evento scientifico interverranno relatori di prestigio e riconosciuta competenza in ambito scientifico: il regista Francesco Cordio, che ha realizzato per conto della Commissione d’inchiesta sul Servizio Sanitario Nazionale un documentario sugli Ospedali Psichiatrici Giudiziari, raccogliendo immagini e testimonianze inedite ed esclusive; seguirà la proiezione del suo lavoro ‘Lo Stato della follia’; il professor Paolo Girardi, professore Ordinario di Psichiatria presso l’Università di Roma Sapienza, sul tema della promozione del benessere psichico e la prevenzione dei disturbi mentali; il professor Sergio De Filippis, docente di Psichiatria presso l’Università di Roma Sapienza sui nuovi modelli sociali e le nuove dipendenze; la dottoressa Daniela Pezzi, Presidente della Consulta regionale per la salute mentale della Regione Lazio, sui percorsi di cura per persone con disagio psichico; la dottoressa Paola Carozza, Direttore del Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze Patologiche dell’Ausl di Ravenna, sui processi di recovery.