A Gravina in Puglia Giancarlo Visitilli presenta “È bravo ma potrebbe fare di più”

0

ponte acquedotto, gravina di puglia, foto fedele-namias (c) fai

GRAVINA DI PUGLIA (BA) – venerdì 26 novembre ore 19,30 presso le Officine Culturali “Peppino Impastato” – Gravina in Puglia

Questo saggio non ha un titolo. Si tratta di un ritornello che le madri, sempre di meno i padri, ma soprattutto i figli sentono dirsi dagli insegnanti. Da generazioni. Due frasi inutili e senza senso. A cui tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo creduto.

Visitilli sintetizza il mondo in cui vivono genitori e figli, studenti e insegnanti. Passa in rassegna il tempo della scuola, compreso quello della scuola a distanza, meraviglioso ossimoro, per nulla poetico. E ritrovando nelle Lezioni americane di Calvino la leggerezza, la rapidità, l’esattezza, la visibilità e la molteplicità che mancano ai padri e ai figli. Agli studenti e agli insegnanti. A un Paese che ha le capacità…
Modera Filomena Pepe

L’evento rientra nel progetto Libri di Puglia, progetto di promozione della lettura realizzato dall’APE Associazione Pugliese Editori in collaborazione con tutti gli editori associati e con il sostegno della Biblioteca del Consiglio della Regione Puglia “Teca del Mediterraneo”.

NOTE SULL’AUTORE
Giancarlo Visitilli vive e lavora a Bari. Insegna Lettere in un liceo e si occupa di sociale. Ha fondato I bambini di Truffaut Cooperativa Sociale, che cura bambine, bambini e adolescenti disagiati. Giornalista e critico cinematografico («la Repubblica»), ghostwriter per cantautori e scrittore: ha pubblicato E la felicità, prof? (Torino 2012) e La pelle in cui abito (Roma-Bari 2019).