A Caprarica di Lecce “Affresco Italiano” con Ludovica Rana e Maddalena Giacopuzzi per la rassegna Appassionato di Opera Prima

1

ludovica rana

LECCE – Con un programma interamente dedicato alla “vocalità italiana” nel repertorio strumentale, eseguito da due giovani già affermati talenti del panorama italiano, sabato 30 ottobre, alle ore 19.30, nella Scuderia Greco di Caprarica di Lecce (via Matteotti), si riaccendono i riflettori di “Appassionato”, la nuova rassegna di Opera Prima ideata e diretta da Vincenzo Rana.

Il secondo dei quattro appuntamenti, tutti dedicati alla vocalità e alle sue varie articolazioni, vede protagoniste Ludovica Rana al violoncello e Maddalena Giacopuzzi al pianoforte.

Nell’intento di promuovere la conoscenza del repertorio musicale italiano di fine Ottocento, il duo propone “Affresco Italiano”, un viaggio nell’opera musicale di tre grandi compositori italiani del tardo romanticismo: Ferruccio Busoni, Giuseppe Martucci e Francesco Cilea. Le opere proposte disegnano un’area spazio-temporale di grande intensità spirituale, artistica e culturale, il decennio 1880-1890: caratterizzato da una temperie spirituale che ha cercato di affermare un proprio stile e una propria connotazione, è un periodo particolarmente denso per il sistema culturale italiano, nel quale la musica cameristica non solo ha trovato la sua collocazione ma ne ha definito il suo notevole spessore culturale. È una stagione contraddistinta da una battaglia culturale, in cui i musicisti italiani si sono “collocati”, con non pochi sforzi, in un contesto totalmente operistico in Italia e di forte predominanza strumentale in Germania.

Busoni, Martucci e Cilea hanno delineato un percorso che, se per certi aspetti ricalca elementi consacrati dal romanticismo, per altri definisce innovazioni stilistiche illuminate per le future generazioni.

“Appassionato” è organizzato grazie al sostegno del Ministero della Cultura MIC – Direzione Generale dello Spettacolo dal vivo e dalla Regione Puglia – Programma Straordinario 2020 in Materia di Cultura e Spettacolo e Sostegno Anno 2019 in Materia di Spettacolo dal Vivo.

Il concerto è organizzato in collaborazione con il Comune di Caprarica di Lecce e con l’Associazione Learningart di Caprarica di Lecce.

“E’ un piacere per noi di Opera Prima ritornare a Caprarica di Lecce, con un programma particolarmente raffinato ed elegante – dichiara Vincenzo Rana, direttore artistico di “Appassionato” e presidente dell’Associazione Musicale Opera Prima, pianista di grande esperienza, figura di spicco nel panorama operistico, soprattutto per la preparazione di cantanti e pianisti collaboratori per l’Opera. L’Amministrazione comunale tutta e il sindaco Paolo Greco hanno sempre manifestato la loro particolare sensibilità verso i percorsi artistici più variegati e mi auguro che questo sodalizio possa continuare, con immutato slancio, nel tempo”.

La rassegna proseguirà fino al 12 dicembre 2021 ospitando altri due appuntamenti, sempre con alcuni dei maggiori interpreti pugliesi, solisti e anche un coro, accompagnati da apprezzati musicisti del territorio. Ci saranno i solisti dell’Accademia “Germogli d’Arte” di Salvatore Cordella con Roberto Corlianò al pianoforte (20 novembre al Teatro Oratorio Don Orione ad Arnesano) e il Coro lirico di Lecce diretto a Vincenza Baglivo, con Tommaso Reho all’organo (12 dicembre nella Parrocchia Maria SS. Assunta di Arnesano).

Tutti i concerti sono introdotti dal critico musicale Eraldo Martucci.

Costo del biglietto € 7.

È possibile prenotare i posti direttamente sul sito https://www.associazioneoperaprima.com/biglietteria/

oppure inviando un messaggio whatsapp al numero 327 4562684. Ingresso con Green Pass.

Prossimi appuntamenti

20 Novembre 2021 ore 19:30

Teatro Oratorio Don Orione (Largo Palazzo Marchesale) – Arnesano

GERMOGLI D’ARTE

I solisti dell’Accademia “Germogli d’Arte” di Salvatore Cordella

Roberto Corlianò, pianoforte

In programma musiche di G. Rossini, V. Bellini, G. Verdi

12 Dicembre 2021 ore 19:45

Parrocchia Maria SS. Assunta (Via De Simone, 10) – Arnesano

GAUDETE

Coro Lirico di Lecce

Vincenza Baglivo, direttrice

Tommaso Reho, organo

In programma musiche di G. Rossini, G. Verdi, W. A. Mozart, L. Cherubini, G. F. Haendel

Azzurra DE RAZZA

Addetto stampa OPERA PRIMA

azzurraderazza@gmail.com – cell. 3387755897

PROGRAMMA 30 OTTOBRE

“AFFRESCO ITALIANO”

G. MARTUCCI

Sonata in fa diesis minore per violoncello e pianoforte Op. 52

   Allegro giusto

   Scherzo: Allegro molto – Trio: Allegretto – Scherzo da capo

   Intermezzo: Andantino flebile

   Finale: Allegro

F. B. BUSONI

Kleine Suite op. 23 per violoncello e pianoforte

   Moderato con energia

   Andantino con grazia

   Moderato, ma con brio

   Sostenuto ed espressivo

   Moderato, ma con brio

F- CILEA

Sonata per violoncello e pianoforte Op. 38

   Allegro moderato

   Alla romanza. Largo doloroso

   Allegro animato

Ludovica Rana, violoncello

Nata nel 1995 in una famiglia di musicisti, Ludovica ha precocemente intrapreso l’attività come solista, esibendosi sia in recital presso importanti società concertistiche come la Società dei Concerti di Milano, Cremona Mondo Musica, Musica Pura di Pordenone, Festival Ritratti di Monopoli, Fazioli Concert Hall, Accademia Filarmonica di Messina, Varignana Music Festival, I concerti del Quirinale, Festival Villa Solomei, Festival Classiche Forme, Musica a Villa Durio, sia come solista con diverse orchestre come l’Orchestra ICO di Lecce, l’Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra Sinfonica Siciliana.

Numerose sono poi le collaborazioni, nell’àmbito della Musica da Camera, tra le quali quelle con la sorella Beatrice Rana, Enrico Dindo, Pablo Ferràndez, Giovanni Sollima, Bruno Giuranna, Oleg Kaskiv, Francesco Libetta, Massimo Quarta, Danilo Rossi, Alessandro Taverna, Pavel Vernikov.

Si è imposta in prestigiosi Concorsi quali la 30a Rassegna Nazionale d’Archi “Mario Benvenuti” di Vittorio Veneto nel 2010, ricevendo una borsa di studio, il Premio “The Note Zagreb” al IX Concorso Internazionale per giovani violoncellisti “Antonio Janigro” in Croazia nel 2012; nel 2016 il Primo Premio all’ International Music Competition “Vienna” Grand Prize Virtuoso e il “Young Virtuoso Award” al 1th Manhattan International Music Competition di New York. Menzione speciale al Premio delle Arti del MIUR (Ministero dell’Università e Ricerca), è anche risultata destinataria per tre anni consecutivi della borsa di studio della Fondazione “Paolo Grassi” di Martina Franca intitolata a Francesco Caramia. Nel 2014 ha vinto il 1° premio della Sezione Speciale del “Premio Francesco Geminiani” ricevendo in comodato gratuito per due anni il violoncello del Maestro Giovanni Lazzaro (Padova 2011) denominato “Furibondo”. Nel 2018 vince in Concorso “Crescendo” di Palermo grazie al quale di è esibita da solista all’interno della stagione con l’Orchestra Sinfonica Siciliana nella stagione 2018/2019.

Diplomatasi in Violoncello nel 2014 con il massimo dei voti e la lode presso l’Istituto Musicale “Giovanni Paisiello” di Taranto nella classe del M° Andrea Agostinelli, Ludovica deve anche la sua formazione al M° Enrico Dindo presso la Pavia Cello Academy e presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano (con una borsa di studio Eskas elargita dalla confederazione Svizzera), dove ha conseguito il Master in Music Performance e, successivamente, al M° Giovanni Sollima, nel Corso di Perfezionamento in Violoncello presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, dove si diploma con il massimo dei voti. Sempre presso la stessa Accademia Nazionale di Santa Cecilia consegue il diploma con il massimo dei voti nel Corso di Perfezionamento di Musica da Camera sotto la guida del M° Carlo Fabiano.

Nel Giugno 2020 consegue con votazione di 110 e lode, la laurea in Musica da Camera presso l’Istituto Statale di Studi Musicali “Braga” di Teramo.

Ha inoltre frequentato Masterclasses con illustri violoncellisti come Conradin Brotbek, Michael Flaksman, Johannes Goritzki, Antonio Meneses presso l’Accademia Chigiana di Siena, Frans Helmerson presso l’Accademia di Montepulciano, Antonio Mosca, Asier Polo, Troels Svane, Rafael Wallfish. Segretario Artistico di Classiche Forme – Festival Internazionale di Musica da Camera, dal 2018 è Direttrice Artistica della Stagione Concertistica Sfere Sonore nella sua città Arnesano (Le), e della Stagione Croma del Teatro Koreja di Lecce.

Suona un violoncello Claude Augustin Miremont del 1870.

Maddalena Giacopuzzi, pianoforte

“La Giacopuzzi non ha soltanto numeri tecnici impressionanti, ma è una vera e propria poetessa della tastiera sapendo entrare nella partitura con grande naturalezza, disegnando ricami notevoli senza mai diventare inutilmente leziosa” (Alto Adige)

Maddalena Giacopuzzi si è diplomata al Conservatorio “E. F. Dall’Abaco” di Verona sotto la guida del M° Adriano Ambrosini ottenendo il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, e una borsa di studio dell’Accademia Filarmonica, riservata ai migliori diplomati del conservatorio di Verona. Nell’Aprile 2014 ha inoltre conseguito il Diploma Accademico di II Livello presso il Conservatorio “C. Monteverdi” di Bolzano, dove ha studiato con il M° Cristiano Burato, ottenendo il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore.

Si è perfezionata presso l’Accademia “Incontri col Maestro” di Imola con il M° Leonid Margarius, mentre nel 2017 ha concluso il corso triennale di Alto Perfezionamento all’Accademia Nazionale di S. Cecilia a Roma, diplomandosi col massimo dei voti, sotto la guida del M° Benedetto Lupo.

La sua attività pianistica vanta già numerosi riconoscimenti in Concorsi Internazionali: recentemente, nel 2016, ha ricevuto il Terzo Premio al Concorso Internazionale Rina Sala Gallo di Monza. Nel 2015, è risultata vincitrice del 53° Concorso Internazionale “A. Speranza” di Taranto e del 6° Concorso Internazionale di Massarosa (prima pianista italiana vincitrice nella storia del Concorso).

Inoltre è stata selezionata e ha partecipato alle fasi finali di importanti concorsi pianistici internazionali: “F. Busoni” Bolzano 2017, Montreal International Piano Competition 2017, Cleveland International Piano Competition 2016.

Ha collaborato con l’Orchestra dell’Arena di Verona, con l’Orchestra Haydn di Trento e Bolzano, con l’Orchestra Monteverdi del Conservatorio di Bolzano, con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, l’Orchestra Verdi di Milano, l’Orquestra Sinfonica del Estado de México e con i direttori Berislav Sipus, Emir Saul, Stephen Lloyd, Giancarlo De Lorenzo, Carlo Tenan e Gabriela Diaz Alatriste.

Ha partecipato a Masterclass e lezioni dei M° Anna Kravtchenko, Franco Scala, Michel Dalberto, Riccardo Risaliti, Piero Rattalino, Elissò Virsaladze, Michele Campanella, Lylia Zilberstein e Sergio Perticaroli. Nelle estati 2013 e 2014, inoltre, ha preso parte all’Accademia Dino Ciani di Cortina, seguendo le lezioni dei M° Cristiano Burato, Jeffrey Swann, Claudio Martinez Mehner e Benedetto Lupo, ricevendo un riconoscimento e una borsa di studio offerta dal club Zonta di Milano nel 2013.

Nel 2017 è stata selezionata con borsa di studio per frequentare la prestigiosa Music Academy of the West a Santa Barbara dove ha collaborato con Maestri del calibro di Jerome Lowenthal, Jeremy Denk, Robert McDonald, Stephen Hough e Conor Hanick. Nell’estate 2019 ha preso parte al festival Pianofest in the Hamptons a New York, organizzato dal M° Paul Schenly.

All’attività concertistica solistica affianca quella di camerista: lo scorso Dicembre 2020 ha conseguito il diploma di Alto Perfezionamento in musica da camera presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, dove ha seguito il corso del M° Carlo Fabiano specializzandosi nella formazione del quartetto con pianoforte. Collabora inoltre con la violoncellista Chiara Burattini (Ravello convert society, Accademia dei Cameristi di Bari, Queen’s University Belfast, Steinway Society) e Ludovica Rana (Musica Insieme a Bologna, Società dei Concerti di Milano, Accademia Filarmonica Romana, Amici della Musica di Lonigo, Associazione Sfere Sonore a Lecce, Camerata Ducale di Vercelli e presso la Steinway Hall dell’Accademia Musikum a Salisburgo).

Dal 2019 è docente di Pianoforte principale presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Paisiello” di Taranto.