A Bari nuova tappa del road show cooperativo “Passi”

alleanza delle cooperative

Volano per lo sviluppo del benessere sociale

BARI – Si è tenuta oggi a Bari, in Piazza Redentore, una nuova tappa del road show cooperativo “PASSI”, iniziativa a cura dell’Alleanza delle cooperative della Puglia sostenuta dalla Regione Puglia con le risorse a valere sulla L.R. n.23/1988. Obiettivo di “PASSI” è portare gli sportelli delle centrali cooperative, Agci, Confcooperative e Legacoop, in quei luoghi che sono scenario della realtà quotidiana con la finalità di promozione degli strumenti e delle opportunità per creare imprese cooperative, un’occasione di sviluppo del benessere sociale prima ancora che economico.

Sul palco si sono avvicendati rappresentanti delle istituzioni, come l’Assessore regionale Sebastiano Leo ed il Sindaco di Bari Antonio Decaro, rappresentanti delle sigle sindacali, come Gigia Bucci (Cgil), Giuseppe Boccuzzi (Cisl) e Davide De Gregorio (Uil), insieme ai tanti protagonisti che quotidianamente sono attivi sul territorio utilizzando proprio lo strumento cooperativo, come Don Francesco Preite, Direttore dell’Opera Salesiana Redentore, e Vincenzo Bellini, Presidente del Distretto Puglia Creativa e attuale gestore dell’importante esperienza presente sul quartiere Libertà rappresentata dalle Officine Creative.La giornata è stata chiusa, infine, da una rappresentazione teatrale sul tema della cooperazione messa in scena dalle compagnie “Ventinovenove” e “Teatro Kismet”.

Soddisfazione per la riuscita della tappa barese del roadshow “PASSI” è stata espressa dai presidenti delle centrali cooperative, Agci, Confcooperative e Legacoop.

Giovanni Schiavone (Agci): “La manifestazione di questa sera è solo la prima tappa di tante altre che organizzeremo in Puglia. Le tre centrali cooperative intendono mostrarsi in qualità di movimento cooperativo ed aprirsi alle comunità pugliesi per tentare insieme a loro di creareoccasioni di sviluppo, di lavoro e di benessere sociale e, al contempo,conoscere la realtà di quelle stesse comunità, con i suoi problemi ed i suoi bisogni.Lo facciamo con la convinzione che solo il “modello cooperativo” riesce a realizzare un ambitoin cui le persone, senza discriminazione di alcun genere, possono contribuire a costruire comunità migliori”.

Piero Rossi (Confcooperative): “Abbiamo a cuore tutto il movimento cooperativo e vorremmo dare riscontro sempre delle migliori esperienze imprenditoriali nel segno dell’aggregazione. La forma cooperativa ha rilevanza costituzionale e per questo non ne dobbiamo mai tradire il senso e il valore. Persone che si mettono insieme per garantire un reddito da lavoro per se stessi, per la propria famiglia e per il loro territorio, costituiscono una risorsa irrinunciabile, anche per il valore della dimensione collettiva che, così facendo, diviene patrimonio della cultura della comunità sociale e solidaleda contrapporre ad un individualismo troppo spesso dominante”.

Carmelo Rollo (Legacoop): “L’Alleanza delle cooperative Puglia con il progetto PASSI vuole portare i valori della cooperazione nelle piazze e nei quartieri a diretto contatto con le persone, dando vita ad una campagna di ascolto delle istanze che vengono dai territori. La tappa di Bari abbiamo deciso di farla in un quartiere, il Libertà, che se da un lato, in questo momento, presenta particolari criticità sociali, dall’altro manifesta elementi positivi che, se adeguatamente sostenuti, possono rivelarsi precursori dell’avvio di processi generativi e virtuosi. In particolare, il tema della tappa di PASSI, per luogo e altri elementi di contesto, è stato incentrato sul fondamentale ruolo che la cooperazione e la mutualità possono svolgere nei processi di emancipazione e inclusione delle persone. Riteniamo, infatti, che la cooperazione possa contribuire nel dare una risposta strutturata ed efficace, per dare un’opportunità di riscatto alle persone, soprattutto a quelle che vivono in situazioni a forte rischio di devianza verso la criminalità e sopraffazione dell’altro”.