A Bari il convegno “Mediazione civile, un nuovo modello di giustizia…”

logo Bari

Appuntamento per venerdì 20 sttembre

BARI – conoscere ed utilizzare uno strumento efficace, semplificativo ed economico, per la Pubblica Amministrazione e per le Imprese, fortemente sensibili ai tempi ed ai costi della Giustizia, ed accrescerne l’efficacia per i cittadini: questo è l’obiettivo del convegno “Mediazione Civile: un nuovo modello di giustizia, semplice, per Imprese, Enti Pubblici e cittadini” che si terrà venerdì 20 Settembre 2019, dalle 15 alle 18.30, presso lo Stand del Consiglio della Regione Puglia (vicino alla Fontana Monumentale) alla FIERA DEL LEVANTE, Lungomare Starita, 4, Bari.

La mediazione civile e commerciale ormai fa parte del patrimonio normativo italiano da quasi dieci anni, essendo stata introdotta nel marzo del 2010. Gli interventi della magistratura amministrativa e costituzionale prima e le modifiche normative introdotte nel 2013 ne hanno però rallentato la divulgazione ed il consapevole utilizzo, promosso ancora nel 2008 su sollecitazione della Comunità Europea (Direttiva n. 52).

Sebbene sia stata introdotta, con prevalente intento deflattivo, quando è correttamente utilizzata e sfruttata dalle parti assistite da professionisti, in primis avvocati, consapevoli e competenti, essa raggiunge risultati importanti. Le reali potenzialità dell’Istituto sono frutto di costante sperimentazione e ricerca, con prospettive di applicazione sempre più evidenti.

MEDYAPRO capofila del progetto
L’iniziativa è stata promossa e coordinata dal dott. Fabio Felicini, responsabile dell’Organismo di mediazione ed Ente di Formazione MedyaPro, e dal responsabile della Sede di Lecce avv. Mario Antonio Stoppa, con il prezioso supporto del Consiglio Regionale della Regione Puglia e della Nuova Fiera del Levante che hanno consentito lo svolgimento dell’evento.

Importanti sinergie
L’importanza dei temi e lo spessore dei partecipanti hanno permesso l’ottenimento del patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Bari nonché dell’ANCI Puglia.

Preziosi contributi
Dopo i saluti istituzionali dell’avv. Giovanni Stefanì, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Bari, e di Domenico Vitto, Presidente di ANCI Puglia e Sindaco del Comune di Polignano a Mare, al tavolo del convegno, nel corso della giornata, si alterneranno autorevoli protagonisti della mediazione e della Magistratura nel panorama nazionale.

L’evento, che sarà coordinato dall’avv. Luca Cenerario, del Foro di Lecce, si svilupperà in tre distinti moduli aventi ad oggetto diverse tematiche.

Nella prima parte, si parlerà del rapporto “Mediazione e Pubblica Amministrazione”.
Interverranno preliminarmente la Consigliera della Regione Puglia Antonella Laricchia ed il dott. Fabio Felicini, responsabile MedyaPro, che esporranno le proprie esperienze e le buone prassi, anche con riferimento all’interesse prioritario ed istituzionale delle Amministrazioni Comunali di favorire la mediazione come strumento di pacificazione delle relazioni all’interno della propria comunità.
Di seguito vi sarà il prezioso contributo del dott. Massimo Moriconi, Magistrato del Tribunale di Roma, che da tempo sta sperimentando con oggettivo successo la “mediazione demandata”, che coinvolge direttamente le parti nella soluzione del contenzioso, determinando celerità nella risoluzione delle controversie e utile ripristino del dialogo tra le parti. La lunga esperienza del dott. Moriconi ha messo in luce comportamenti non sempre corretti della P.A., quindi sanzionati, per un’interpretazione erroneamente cautelativa.

Sarà poi il dott. Vittorio Raeli, Magistrato presso la Corte dei Conti Sezione Giurisdizionale della Regione Puglia, ad evidenziare le potenzialità della mediazione, affrontando in particolare gli aspetti correlati con il diffuso timore che essa possa configurare ipotesi di responsabilità erariale, e offrendo chiare indicazioni in ordine al danno erariale, nella fattispecie della mediazione, per comportamenti anche omissivi .

A chiusura, il contributo offerto dall’avv. Elisa Fichera, mediatore e formatore in Verona, nonché Giudice Ausiliario presso la Corte di Appello di Brescia, che esporrà i compiti del professionista legale nell’assistere la parte in mediazione, con riferimento particolare ad una Pubblica Amministrazione, sia sotto il preliminare aspetto di una adeguata informativa sia, soprattutto, in sede di svolgimento della procedura e di raggiungimento di un accordo.

Il secondo modulo sarà incentrato sul tema “Recupero dei crediti e controversie contrattuali. Suggerimenti per la redazione di atti e contratti. Clausole di mediazione e multistep”.

Interverranno la dott.ssa Maria Teresa Battista, notaio e mediatore in Verona, nonché l’avv. Oriana Laboragine, mediatore e dottore di ricerca in Tutela dei diritti e Ordinamento giudiziario, che affronteranno le tematiche in questione con suggerimenti e casi pratici, al fine di offrire utili soluzioni per l’integrazione dei contratti stipulati dai professionisti e dalle imprese, nonché dalla P.A., al fine di rendere più semplice, rapida ed economica, la gestione di un eventuale contenzioso sia quanto al recupero dei crediti sia con riferimento alle controversie inerenti i potenziali casi di inadempimento contrattuale. Il Notaio Battista spazierà anche sulla mediazione internazionale mentre l’avv. Laboragine allargherà lo sguardo alla combinazione mediazione ed arbitrato.

Il terzo modulo riguarderà, infine, l’argomento “Mediazione e formazione alle tecniche di negoziazione ed alla conciliazione”.

L’avv. Mario Antonio Stoppa, mediatore e formatore, responsabile della sede di Lecce di MedyaPro, esporrà le nuove frontiere della formazione con particolare attenzione alle competenze dell’avvocato che assiste la parte in mediazione descrivendo le buone prassi sperimentate, nonché presenterà la Banca Dati della Mediazione MedyaPro, e della quale è curatore.