Bari, cantieri di cittadinanza

Romano: “350 tirocini già attivi, grazie ai nuovi fondi arriviamo a 500”

logo BariBARI – L’assessora alle Politiche del lavoro Paola Romano rende noti gli ultimi dati relativi al progetto Cantieri di Cittadinanza, partito negli scorsi mesi, con cui il Comune di Bari ha inteso sostenere un percorso di inclusione lavorativa per 400 persone attraverso tirocini formativi retribuiti da svolgersi presso aziende, associazioni ed enti del territorio.

Ad oggi, su 1317 soggetti risultati idonei ai requisiti previsti dal bando, in 1100 hanno sostenuto oltre 1700 colloqui, così da poter avere più di un’opportunità di inserimento nelle diverse realtà resesi disponibili ad accoglierli. 217 persone devono ancora essere chiamate a sostenere i colloqui previsti, propedeutici al possibile avvio di un tirocinio.

Fin qui i tirocini avviati sono 350, e procedono senza intoppi. Restano da coprire ancora 50 posizioni sulle 400 inizialmente previste dal progetto, che saranno individuate completando il matching dei profili dei richiedenti in base alle richieste delle aziende.

Siamo soddisfatti dell’andamento dei Cantieri di cittadinanza – commenta Paola Romano – che, grazie alla disponibilità di ulteriori fondi regionali, ci consentiranno di attivare a breve altri 100 tirocini rispetto a quelli inizialmente previsti, portando complessivamente a 500 il numero delle persone cui saremo stati in grado di offrire un’opportunità per entrare, o rientrare, nel mondo del lavoro. Alcune esperienze, come ad esempio quella relativa alla gestione del cortile aperto della scuola Marconi o quella del personale impiegato dalla Cattedrale per l’apertura di alcune chiese di Bari vecchia, si sono rivelate particolarmente positive in quanto rispondono sia a dei bisogni espressi dalla comunità sia agli obiettivi di questa amministrazione, che si propone sia la cura condivisa degli spazi pubblici sia la valorizzazione del nostro patrimonio storico e architettonico”.