Xylella e comparto agricolo salentino: presentate le iniziative di Art.1-Mdp/Leu

conferenza stampa abaterusso xylella

La presentazione oggi a Bari in conferenza stampa

BARI – “La Regione Puglia deve rispondere in maniera forte, concreta e non più procrastinabile al grido di dolore che si leva dal comparto agricolo salentino”. È la richiesta del Consigliere regionale Ernesto Abaterusso (Art.1-Mdp/Leu) che questa mattina ha illustrato ai giornalisti, nel corso di una conferenza stampa tenutasi a Bari nella sede del Consiglio regionale, il lavoro portato avanti in questi mesi da Mdp e le richieste che il movimento intende porre all’attenzione della Giunta regionale.

“La Xylella – afferma Abaterusso – è stata come un terremoto per il Salento e, così come si fa di fronte a simili calamità, occorre affrontare tale flagello con leggi speciali e attenzioni particolari”. Durante la conferenza stampa Abaterusso, accompagnato da Pippi Nocera, componente del coordinamento regionale di Art.1-Mdp/Leu, ha ripercorso il lavoro fatto in questi mesi dal Movimento in Consiglio regionale “Siamo stati – ha detto Abaterusso – promotori di diverse iniziative (interrogazioni, mozioni) culminate con la presentazione, in sede di discussione della legge finanziaria della Regione Puglia, di un maxi emendamento che prevedeva una serie di misure volte ad alleviare i problemi causati dalla Xylella. Emendamento – ha spiegato Abaterusso – ritirato dietro richiesta della stesso Presidente Emiliano e dietro solenne impegno, da parte del governo regionale, di affrontare in maniera seria e determinata tale problematica. Non ci pare che a quella promessa siano seguiti atti concreti. Oggi, quindi, riteniamo sia giunto il momento di passare dalle parole ai fatti”.

Abaterusso ha quindi presentato le proposte avanzate da Art.1-Mdp/Leu allo scopo di risolvere il problema del batterio che ha messo in ginocchio l’intero comparto agricolo salentino e che rappresenta oggi una minaccia per l’intera agricoltura pugliese.

Chiediamo anzitutto alla Giunta regionale – afferma Abaterusso – che il 20% delle somme destinate al PSR (pari a 350 milioni di euro) siano destinate, così come ci autorizza l’Europa, al problema della Xylella e alla ripartenza del settore agricolo nei territori colpiti dal batterio perché alle tragedie si risponde con un atto concreto di solidarietà nei confronti degli agricoltori colpiti, ma anche con misure che consentano il rilancio dell’agricoltura”.

Presenteremo poi in Consiglio regionale – prosegue Abaterusso – una proposta di legge che consenta la ripartenza anche a coloro che sono stati colpiti dal batterio, ma che non sono aziende agricole e per i quali le norme vigenti non possono essere utilizzate”.

Infine, da Art.1-Mdp arriva un secco No all’uso di pesticidi. “Di fronte ad un’Unione Europea che già nel 2009 ha vietato l’uso di pesticidi, a un Governo che nel 2012 ha recepito la direttiva europea tanto che nel 2018 la stessa UE ha confermato la contrarietà all’utilizzo di tali sostanze noi di Art.1-Mdp/Leu diciamo No ai pesticidi che, come ampiamente dimostrato dalla scienza, sono dannosi tanto per le persone quanto per le piante. Il Salento, lo vogliamo sottolineare, non è diverso dagli altri territori. Per questo noi ci dichiariamo ampiamente contrari all’utilizzo di pesticidi e completamente solidali con tutti coloro che, in maniera civile, stanno disubbidendo a questo obbligo”.