I Vini Apollonio protagonisti a Brindisi

Grande degustazione nei giorni scorsi all’Enoteca Anelli

un momento della degustazioneBRINDISI – Serata di grandi vini nei giorni scorsi a Brindisi, presso l’Enoteca Anelli, dove il meglio della produzione vinicola della Cantina Apollonio si è misurato con la storia di un luogo in cui il buon vino è re dal 1970.
Artefici dell’appuntamento Massimiliano Apollonio e Gianni Anelli, padrone di casa nonché presidente onorario di “Vinarius”, associazione nazionale che raggruppa le enoteche italiane. In degustazione nel corso della serata, molto apprezzata da un folto pubblico di enofili brindisini – che hanno potuto accompagnare le etichette Apollonio con le specialità della casa – una serie di vini premiati in varie competizioni internazionali: “Terragnolo Negroamaro 2011” (Medaglia d’oro Mundus vini 2016), “Diciotto fanali 2014” (Corona di Vinibuoni d’Italia del Touring Club nel 2017), “Mani del Sud Salice Salentino Rosso 2013” (Medaglia d’oro International Wine Challenge e Puglian Red Trophy 2017), “Divoto 2009” (Medaglia d’argento Mundus Vini 2017), più il passito Mater Terra, il primo ottenuto da uve Negroamaro.
Massimiliano Apollo e Gianni Anelli hanno annunciato durante la degustazione un patto di reciproca collaborazione e di iniziative congiunte per la diffusione della cultura del vino, settore trainante dell’economia pugliese.