Resto al Sud, per i finanziamenti agevolati c’è anche BCC Avetrana

dottor michele pignatelli (presidente di bcc avetrana)

I dettagli

AVETRANA (TA) – C’è anche il marchio del credito locale su Resto al Sud, la misura d’incentivazione del governo che a tutt’oggi prevede di occupare oltre 5300 giovani nel Mezzogiorno d’Italia. La Banca di Credito Cooperativo di Avetrana, infatti, figura tra gli istituti abilitati a disporre i finanziamenti agevolati per le imprese giovanili, ammesse ai benefici dell’importante programma di autoimprenditorialità.

L’istituto di credito, infatti, aderisce alla convenzione stipulata tra ABI e Invitalia, l’agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, preposta al vaglio e al monitoraggio dei progetti rientranti nella misura, che è stata introdotta dal D.lgs. 20 giugno 2017, n. 91, poi convertito con modificazioni nella Legge 3 agosto 2017, n. 123.

Con una dotazione finanziaria complessiva di 1 miliardo e 250 milioni di euro, la legge sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali, avviate da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni, nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.
Sono ammissibili ai benefici le attività di produzione di beni e servizi, con esclusione delle libere professioni e del commercio. Ogni soggetto richiedente può ricevere un finanziamento massimo di 50 mila euro.

La misura finanzia interventi per la ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili (massimo 30% del programma di spesa); impianti, attrezzature e macchinari nuovi; programmi informatici e servizi TLC; altre spese utili all’avvio dell’attività (materie prime, materiali di consumo, utenze e canoni di locazione, canoni di leasing, garanzie assicurative nel limite del 20% massimo del programma di spesa).

Le agevolazioni (in regime de minimis) sono erogate a seguito di esito positivo dell’istruttoria eseguita da Invitalia e investono la totalità delle spese, in forma varia: il 35% del programma di spesa è a fondo perduto, mentre il 65% è concesso mediante un finanziamento bancario agevolato.
È proprio su questa parte che interviene BCC Avetrana, con finanziamenti a tasso fisso ridotto, da restituire in 8 anni, di cui 2 di preammortamento. L’80% dell’ammontare concesso dalla banca gode della copertura del Fondo di Garanzia per le PMI, mentre per il restante 20% la banca valuterà la sussistenza dell’adeguato merito creditizio.
Inoltre, una durata dell’ammortamento superiore ai 18 mesi farà scattare il regime fiscale agevolato.

La partecipazione al programma Resto al Sud allarga l’offerta della Banca di Credito Cooperativo di Avetrana rivolta agli under 36, che contempla le agevolazioni del pacchetto Progetto Giovani, relative a interventi di tipo individuale e privato.