Presentato il ‘Premio Sinbad – Città di Bari’

La presentazione è avvenuta a Roma

ROMA – Si è tenuta questa mattina presso la Casa delle letterature, in piazza dell’Orologio, a Roma, la conferenza stampa di presentazione delle terne dei finalisti per le sezioni narrativa italiana e straniera della prima edizione del “Premio Sinbad, Premio Internazionale degli Editori Indipendenti – Città di Bari”.

La terna dei finalisti per la narrativa italiana scelta dai giurati Franco Cordelli, Andrea Cortellessa, Marcello Fois, Michele Mari ed Elisabetta Rasy è composta da:

* Beatrice Masini, “La cena del cuore. Tredici parole per Emily Dickinson”, illustrazioni Pia Valentinis, Edizioni RueBallu
* Tommaso Pincio, “Panorama”, NN Editore
* Eugenio Vendemiale, “La festa è finita”, Caratteri Mobili edizioni

Questa, invece, la terna dei finalisti per la narrativa straniera scelta da Simonetta Bitasi, Concita De Gregorio, Nicola Lagioia, Marco Missiroli e Michela Murgia:

* Sorj Chalandon, “Chiederò perdono ai sogni”, Keller
* Annie Ernaux, “Gli anni”, L’orma editore
* Miriam Towes, “I miei piccoli dispiaceri”, Marcos y Marcos
“Bari è una città importante che vuole connettersi al mondo delle idee – commenta l’assessore alle Culture Silvio Maselli -. Un premio letterario, dunque, serve proprio a questo: far conoscere autori importanti curati da editori indipendenti, che fanno della qualità l’arma necessaria per competere con i grandi colossi distributivi. Per due giorni Bari sarà attraversata da buoni libri, autori, editori, idee, scrittori, critici. Energie e vitalità di cui abbiamo desiderio e bisogno”.

Inoltre, hanno ricevuto le segnalazioni della giuria per la narrativa italiana “L’inizio di tutte le cose”, di Ilaria Bernardini (Indiana Editore), “L’estate del cane bambino”, di Mario Pistacchio e Laura Toffanello (66thand2nd), e “XXI secolo”, di Paolo Zardi (Neo Edizioni).

Per quanto riguarda la narrativa straniera, segnalazioni per “Il canto del crepuscolo”, di Helen Humpreys (Playground), “L’arte di collezionare mosche”, di Fredrick Sjoberg (Iperborea), e “Sinfonia”, di Zdravka Evtimova (Besa editore).

La cerimonia di premiazione avrà luogo al Teatro Margherita di Bari venerdì 20 e sabato 21 novembre, al termine della discussione tra i giurati, che motiveranno le loro scelte di fronte al pubblico del teatro. I due vincitori riceveranno un premio in denaro ciascuno del valore di 4.000 euro.

Il Comitato promotore del Premio è composto da Elliot, minimum fax, nottetempo, laNuovafrontiera, Il Saggiatore, Iperborea, 66thand2nd, ODEI – Osservatorio degli Editori Indipendenti, APE – Associazione Pugliese Editori, Besa Editrice, Comune di Bari e Regione.