Porta Futuro Bari: in pubblicazione gli avvisi

Il bando è rivolto ai giovani residenti della Città metropolitana di Bari

logo BariBARI – Sono in pubblicazione sul sito del Comune, sezione Bandi di gara e concorsi – Bandi di gara, i due bandi relativi ai servizi di front e back office di Porta Futuro Bari , il Job Centre di nuova generazione rivolto ai giovani residenti della Città metropolitana di Bari e attivato in via sperimentale presso i locali della ex-Manifattura dei Tabacchi. Il Centro è finalizzato all’accoglienza, informazione, formazione, orientamento, supporto, assistenza, ascolto e accompagnamento al lavoro dell’utenza giovanile in stato di disoccupazione o sottoccupazione e/o in cerca di (prima) occupazione.

Sulla scia di esperienze analoghe sperimentate con successo in altre realtà italiane e europee, Porta Futuro Bari si propone come piattaforma (fisica e virtuale) di dialogo, di approfondimento e di confronto sui temi del lavoro, della formazione e dell’inserimento lavorativo dei giovani, sperimentando formule virtuose di collaborazione orizzontale tra il tessuto istituzionale, i centri per l’impiego, le agenzie formative e le rappresentanze economico-sociali presenti e attive sul territorio. Una community del lavoro che intende operare secondo standard organizzativi, modalità comunicative e forme collaborative in linea con l’attuale configurazione della domanda sociale.

Porta Futuro Bari sarà aperta al pubblico nei giorni feriali dalle ore 9.00 alle ore 14.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00.

“Abbiamo voluto pubblicare due avvisi differenti – commenta l’assessora alle Politiche attive del lavoro Paola Romano – perché rispondono ad esigenze diverse, entrambe molto importanti: uno è infatti dedicato al lavoro in rete con il tessuto imprenditoriale ed economico locale, l’altro è mirato all’accoglienza e all’orientamento degli utenti. Nei prossimi giorni raggiungeremo il secondo traguardo di questo grande obiettivo: avvieremo la prima fase di Porta futuro, con l’impiego del personale comunale e dei dipendenti di Porta Futuro Roma, in attesa dell’aggiudicazione del servizio di gestione. Nello stesso luogo attiveremo nuovi servizi sperimentali finanziati dal Pon Metro e dalla Programmazione europea 2014/20 che ci permetteranno di avere a Bari il più grande e innovativo centro servizi per l’occupazione. L’occupazione è la più grande emergenza del nostro tempo. Ce lo dicono le persone che incontriamo tutti i giorni, oltre che i dati ufficiali. Con Porta futuro non promettiamo posti di lavoro ma vogliamo attivare tutti gli strumenti possibili per facilitarne la ricerca o la creazione”.

Di seguito, nello specifico, una breve sintesi dei due avvisi.

“ Servizio di accoglienza. Formazione e orientamento di Porta Futuro Bari (Front Office) ”. L’importo dell’appalto, di durata biennale, è pari a 286.700 euro, finanziati con fondi a valere sulla Delibera CIPE 92/2012, giusta d.d. 89 del 16 luglio 2015 della Regione Puglia.

L’avviso prevede l’erogazione dei servizi di front office con particolare riferimento ai segmenti dell’accoglienza, dell’informazione, della formazione e dell’orientamento dell’utenza, finalizzati alla categorizzazione dei profili in ingresso, al rafforzamento delle competenze individuali e delle strategie di approccio al mercato del lavoro, alla promozione di una maggiore consapevolezza circa le opportunità presenti sul mercato.

Nello specifico, il servizio comprende:

* l’attività di apertura al pubblico del desk di accoglienza, con l’obiettivo di fornire un’adeguata presa in carico degli utenti;
* il supporto all’accreditamento degli utenti presso la piattaforma ICT di Porta Futuro Bari fornita dal Comune;
* l’assistenza agli utenti nei percorsi di auto-consultazione;
* la classificazione delle opportunità di lavoro presenti sul mercato e l’alimentazione della bacheca informativa telematica di Porta Futuro Bari;
* l’analisi delle competenze degli utenti e il supporto alla redazione del CV;
* l’erogazione di servizi di formazione e orientamento individualizzati e finalizzati al rafforzamento delle competenze degli utenti e del loro posizionamento sul mercato del lavoro;
* l’attivazione di percorsi collaborativi e informativi da condurre con le agenzie territoriali e tra utenti di Porta Futuro Bari.

L’erogazione dei servizi presuppone un costante aggiornamento del portale Porta Futuro Bari e l’appaltatore sarà supportato da un coordinamento tecnico garantito dal Comune di Bari.

Il dettaglio dei servizi è esplicitato nel capitolato (CSA) allegato all’avviso in pubblicazione.

“ Servizio di networking di imprese, preselezione, sostegno all’avvio di Porta Futuro Bari ”. L’appalto, di durata biennale è finanziato con 163.299,44 euro con fondi a valere sulla delibera CIPE 92/2012, giusta d.d. 89 del 16 luglio 2015 della Regione Puglia.

In particolare, il servizio prevede uno stretto collegamento con il tessuto industriale, produttivo e territoriale, la pre-selezione dei candidati da parte delle imprese e il sostegno allo start-up anche attraverso percorsi di formazione specialistica e/o attrazione di finanziamenti, finalizzati al rafforzamento delle relazioni tra il Job Centre e il contesto economico e produttivo locale.

Il servizio comprende:

* l’attività di catalogazione di tutti gli stakeholders economico-sociali potenzialmente interessati dal servizio a scala metropolitana, regionale e nazionale (es. distretti, rappresentanze economiche, sindacali e sociali, multinazionali, grandi imprese, PMI, industrie, centri di ricerca, organismi, agenzie, ecc.);
* la promozione e l’organizzazione di tavoli collaborativi di concertazione con gli stakeholders sugli obiettivi del lavoro e di collaborazione alla stipula di protocolli di intesa;
* l’attivazione degli stakeholders presso il Centro con postazioni dedicate a rotazione;
* la gestione di processi di pre-selezione per conto di imprese interessate da processi di assunzione;
* la pianificazione e la promozione di percorsi di formazione specialistica mirata all’acquisizione di skills settoriali e richieste dal mercato del lavoro;
* il sostegno allo start-up di impresa e all’attrazione di finanziamenti per l’autoimpiego;
* la pianificazione e la gestione di eventi aziendali dentro Porta Futuro Bari per promuovere la conoscenza delle attività delle imprese presso il pubblico degli utenti;
* la pianificazione e la gestione di eventi pubblici partecipati dal tessuto produttivo su un determinato settore economico e/o plurisettoriali (es. piccole fiere, open day ecc.).

Porta Futuro Bari dovrà mantenere un raccordo efficace con tutti i centri impegnati sul tema della formazione, orientamento e valorizzazione delle competenze giovanili presenti sul territorio (es. Scuole, ITS, Università, Europ direct, URP, Informagiovani ecc.), nonché con gli sportelli informativi rivolti ai giovani e alle imprese del territorio interessati a partecipare a programmi europei e ad avere accesso ai fondi strutturali e ad altri fondi europei per il finanziamento di progetti e per l’avvio di nuove imprese e l’Appaltatore sara’ supportato da un coordinamento tecnico garantito dal Comune di Bari.

Per entrambi gli avvisi valgono le medesime condizioni, che di seguito si riepilogano:

La procedura aperta sarà aggiudicata in favore dell’ offerta economicamente più vantaggiosa : all’offerta tecnica andranno massimo 85 punti, all’offerta economica massimo 15 punti sui 100 complessivi.

Il termine ultimo per la presentazione delle domande è fissato alle ore 12.00 del 17 dicembre 2015 .

Al bando potranno partecipare imprese singole o associate e consorzi che abbiano i requisiti previsti ed esplicitati negli avvisi in pubblicazione.

Le offerte saranno esaminate e valutate da un’apposita commissione giudicatrice, da nominarsi dopo la scadenza del termine assegnato per la presentazione delle offerte stesse.