Manduria commemora Cosimo Moccia, eroe della Resistenza

manduria - corso XX settembre

La commemorazione a 73 anni dalla sua morte

MANDURIA (TA) – A 73 anni dalla morte, per la prima volta la comunità manduriana celebra il suo concittadino Cosimo Moccia, carabiniere e martire della Resistenza partigiana. Saranno tre le iniziative dedicate alla figura del valoroso combattente: due in questi giorni e una prevista per il prossimo mese di marzo.

Arruolatosi nei Carabinieri in giovanissima età, Cosimo Moccia (nome di battaglia: Aldo) dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943 si schierò nelle fila partigiane della Brigata Osoppo. A 22 anni, pagò con la vita il suo atto estremo di eroismo: sottoposto a lungo a tortura, non svelò i nomi e i nascondigli degli altri partigiani, arrivando a chiedere egli stesso di essere fucilato come i suoi compagni, che lo avevano preceduto davanti al plotone di esecuzione.
Il suo gesto gli valse la Medaglia d’Oro al Valore, successivamente tramutata in Argento, per motivazioni che ancora oggi non trovano sufficienti e convincenti spiegazioni.

Le manifestazioni celebrative, che vanno sotto il titolo di Cosimo Moccia, partigiano solidale, sono organizzate dalla locale sezione dell’ANPI, intitolata proprio all’eroe, in collaborazione con le due sorelle e i nipoti dello stesso. Significativa, accanto al patrocinio della Città di Manduria, la presenza dello stemma civico del Comune di Tramonti di Sotto (Pn), paese in cui Moccia trovò la morte il 10 dicembre 1944, per mano del Battaglione “Valanga” della famigerata Divisione fascista X MAS.

La prima iniziativa si terrà domenica 10 dicembre alle 18:00, con la celebrazione di una messa di suffragio in Chiesa Madre, officiata da Mons. Franco Dinoi. Nello stesso contesto, che vedrà anche la presenza di una rappresentanza dell’Arma dei Carabinieri, si terrà un beve momento commemorativo.

La sensibilizzazione delle nuove generazioni e il loro coinvolgimento nell’approfondimento delle verità storiche, invece, sono gli obiettivi del 1° Concorso Scolastico dedicato a Cosimo Moccia, rivolto alle scuole secondarie di Manduria, sia di primo sia di secondo grado, con distinte sezioni di merito.
I termini del contest saranno resi noti il 13 dicembre alle 18:00, in una conferenza che si terrà presso l’Auditorium Galilei del liceo di via Sorani. Preceduto dai saluti del Commissario prefettizio di Manduria, Francesca Adelaide Garufi, l’evento ospiterà gli interventi di Giuseppe Stea, presidente provinciale dell’ANPI, di Anna Rita Morleo, biografa di Cosimo Moccia, e dello scrittore Michelino Fistetto, che si soffermerà sulle vicende della Resistenza. Nella serata verrà anche proiettato il mediometraggio Carnia 1944. Un’estate di libertà, di Marco Rossitti.

La cerimonia di premiazione del concorso sarà organizzata dalla sezione manduriana dell’ANPI a marzo 2018, occasione per la quale si prevede la partecipazione di una delegazione dell’Amministrazione comunale di Tramonti di Sotto, il paese che in questi stessi giorni commemora i partigiani caduti sotto le proprie mura, ricordando pubblicamente anche le contemporanee manifestazioni di Manduria.