Lecce, Silvia Miglietta su fondi regionali per completamento canile Caracci Repelle

logo comune Lecce

Le dichiarazione dell’assessore

LECCE – Con l’emendamento al Bilancio presentato dal consigliere Molendini e approvato ieri all’unanimità dal Consiglio, l’amministrazione ha recepito un finanziamento regionale di 36.719,00 a favore dei lavori necessari per il completamento del nuovo Canile comunale sito in località Caracci Repelle. Di seguito la dichiarazione l’assessore alla Tutela degli animali Silvia Miglietta:

Questi fondi, unitamente allo stanziamento di 107 mila euro, predisposto inizialmente per i lavori di ammodernamento e ristrutturazione del Canile sanitario comunale di via San Nicola e successivamente dirottati sul nuovo Canile Rifugio comunale, serviranno a realizzare le opere mancanti per la sua definitiva messa in funzione anche come nuovo Canile Sanitario. Come si ricorderà il canile rifugio, già costato alla città circa 500 Mila euro, registra la mancanza di acqua potabile, il mancato collegamento della fossa imhoff, la assenza totale di alberi e zone ombreggiate, la mancanza di un ambulatorio con spazi per la degenza dei cani sterilizzati e per la profilassi sanitaria. Accogliendo le indicazioni della Asl, che ha giudicato non idonea la collocazione del sanitario in via San Nicola, unitamente ai noti problemi di sovraffollamento, abbiamo deciso di dirottare i fondi ricevuti dalla Regione e quelli precedentemente stanziati sul vecchio Canile Sanitario, allo scopo di avere in un unico luogo un nuovo Canile sia rifugio che sanitario. I nostri sforzi sono tesi nella direzione di rendere agibile e funzionale il nuovo canile quanto prima, considerato anche che al momento i nostri cani, precedentemente alloggiati nel Canile Sanitario di via San Nicola, si trovano in una struttura di Tricase, con ulteriore dispendio di energie e sacrifici dell’associazione che se ne occupa. Con l’occasione, Ci auguriamo che la sensibilità sempre dimostrata dai cittadini leccesi nei confronti dei nostri randagi non si affievolisca con la temporanea chiusura del Canile sanitario. Le adozioni sono sempre possibili sia presso la struttura di Tricase, ma soprattutto presso il più vicino Rifugio Aura, situato sulla via per Torre Chianca, che ospita circa 200 nostri cani in attesa di trovare famiglia”.