Lecce, sciopero dei lavoratori della Comdata

antonio trevisi

Trevisi (M5S): “La giunta convochi l’azienda per conoscere il futuro della sede”

LECCE – “Le istituzioni non possono restare immobili di fronte ai timori dei lavoratori della Comdata di Lecce, preoccupati dopo l’annuncio da parte dell’azienda di voler chiudere le sedi di Padova e Pozzuoli. La giunta regionale deve incontrare l’azienda per conoscere il futuro della sede leccese e salvaguardare gli attuali livelli occupazionali. I lavoratori hanno bisogno di chiarezza”. Così il consigliere del M5S Antonio Trevisi in seguito allo sciopero effettuato venerdì scorso dai lavoratori di tutte le sedi Comdata per manifestare solidarietà ai colleghi delle due sedi di cui è stata comunicata la chiusura.

La preoccupazione – continua Trevisi – è quella che le chiusure non si fermino a alle sedi di Padova e Pozzuoli, ma coinvolgano anche altre sedi italiane. La politica non può restare a guardare, per questo chiediamo alla giunta regionale di far sentire la sua vicinanza ai lavoratori e convocare immediatamente l’azienda: bisogna scongiurare il rischio chiusura e quello di una eventuale riduzione dell’organico. Non è accettabile che vengano violati i diritti dei lavoratori che da un momento all’altro si possono trovare senza un’occupazione. Per colpa del Jobs Act – conclude – si è avuta come conseguenza la perdita di tutele e garanzie e questo dimostra il fallimento della riforma del mercato del lavoro.”