Lecce, riorganizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti nelle marine: dichiarazione dell’assessore Carlo Mignone

carlo mignone

Ecco le sue parole

LECCE – Sulla riorganizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti nelle marine leccesi interviene l’assessore all’Ambiente Carlo Mignone.

Riorganizzare e potenziare il servizio di raccolta dei rifiuti nelle marine è di certo una priorità di questa Amministrazione che sta mettendo in campo tutte le azioni necessarie perché si giunga, in tempi stretti, ad un servizio porta a porta per i privati e per gli esercizi commerciali, un servizio aggiuntivo e non contemplato nel capitolato d’appalto con la ditta Monteco srl del quale stiamo discutendo in questi giorni con la stessa ditta e con i sindacati. É indispensabile però ricordare che circa due mesi fa, e dopo quasi due anni di colpevole ritardo, abbiamo avviato il servizio di raccolta differenziata nelle marine, un servizio – già previsto nel capitolato d’appalto – che sarebbe dovuto partire nel 2016 ma che non è mai decollato e che ha portato i residenti nelle marine leccesi e non solo loro ad effettuare la raccolta dei rifiuti in maniera indifferenziata e incontrollata nei circa 350 cassonetti verdi che risalivano al vecchio servizio di raccolta rifiuti, e che erano rimasti sparsi sul territorio delle marine. Lo scorso febbraio, dopo due anni di ritardi e di stop da parte della precedente Amministrazione a questo servizio, abbiamo provveduto ad eliminare quei vecchi cassonetti e ad avviare il servizio di raccolta di prossimità nelle marine, come da capitolato. Al momento, i residenti possono usufruire di 158 punti di raccolta dotati di contenitori a chiavistello della capienza di 1100 litri nei quali potranno essere conferiti carta, plastica, secco residuo e frazione organica e di un contenitore da 350 litri per la raccolta del vetro. Naturalmente, questo servizio, che voglio ribadirlo è attivo solo da due mesi, per funzionare ha bisogno della collaborazione dei cittadini che devono differenziare nei giorni e negli orari comunicati dalla ditta. Inoltre, per garantire il decoro urbano anche in vista dell’arrivo dell’estate e dell’aumento del numero di residenti e turisti, abbiamo intensificato i controlli effettuati dal Nucleo Ambientale della Polizia Locale al fine di reprimere l’abbandono indiscriminato di rifiuti con particolare attenzione all’abbandono di materiale edile, fenomeno che si acuisce in questo periodo di ristrutturazioni e manutenzione delle abitazioni“.