Lecce, Mura Urbiche e Agostiniani: precisazioni dell’assessore Delli Noci

alessandro delli noci

Ecco le sue dichiarazioni

LECCE – In merito alle polemiche sui lavori alle Mura Urbiche e agli Agostiniani interviene il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Alessandro Delli Noci:

Anche al fine di mettere al riparo il dibattito da improprie strumentalizzazioni, si fa presente che i lavori di recupero e rifunzionalizzazione delle Mura urbiche si sono articolati in due lotti. Quando, il primo giugno del 2017, l’opera fu presentata alla stampa erano conclusi in parte solo i lavori di restauro del primo lotto e non era stata ancora neanche bandita la gara per gli allestimenti interni, necessari per consentire a tutti di orientarsi in sicurezza nel percorso di visita. Il secondo lotto era ancora tutto da completare: la continuazione del camminamento, la realizzazione del Parco delle Mura, la sistemazione del giardino di Palazzo Giaconia, i necessari impianti, a partire dall’illuminazione e soprattutto la realizzazione della passerella aerea. Tutti interventi che sono in corso e che saranno ultimati il prossimo luglio.

Per quanto riguarda il Complesso degli Agostiniani, inaugurato il 25 maggio 2017, al momento dell’inaugurazione pre-elettorale i lavori non erano finiti. Residuavano infatti le lavorazioni complementari come le opere di impiantistica e i riscaldamenti. Oggi sono in corso proprio queste opere di completamento, che saranno portate a termine entro 60 giorni. Ci sarà poi il necessario passaggio del collaudo ministeriale e poi la definitiva possibilità di aprire il Complesso alle visite. Come è noto gli edifici degli Agostiniani saranno destinati in parte all’Archivio storico della Città di Lecce, per cui saranno arredati ad hoc, e in parte saranno nella disponibilità della Corte d’Appello per il Centro di civiltà giuridica della città. Il corpo satellite sarà invece interessato a partire da giugno dai lavori di realizzazione della Biblioteca di Comunità per la quale l’amministrazione comunale ha ottenuto un finanziamento di circa 700mila euro dalla Regione Puglia.

L’unica manifestazione svolta quest’anno nel Complesso degli Agostiniani è stata la Borsa del Turismo BTM, una attività dell’amministrazione comunale che era stata programmata con largo anticipo e che si è svolta in un weekend a febbraio. La manifestazione è stata utile proprio per promuovere la città agli occhi dei buyers internazionali presenti in vista della stagione estiva. Una iniziativa di marketing orientata ad un pubblico che organizza i viaggi e costruisce gli itinerari, dei cui risultati siamo molto soddisfatti.

Il consigliere Messuti, che è stato molto veloce nell’organizzare inaugurazioni a una settimana dal voto, conosce molto bene i fatti di cui parlo e per questa ragione dovrebbe smetterla di strumentalizzare la vicenda: le aspettative legittime sull’apertura di questi beni culturali sono state create proprio da lui, che sapeva e sa benissimo quello che manca per restituire finalmente e definitivamente questi gioielli alla città. Noi ci incaricheremo, ancora una volta, di sopperire alle mancanze”.