“La Nuit Parisienne” all’Oasi Tabor con il concerto di Lindita Lantus e Alessandro Gazza e il menù dello chef internazionale Salvatore Lega

locandina 'la nuit parisienne'

Primo appuntamento della rassegna “La Cucina del Cuore – Tour Enogastronomico e musicale Europeo” con la direzione artistica del Maestro Ekland Hasa e la partecipazione dello chef internazionale Salvatore

NARDO’ (LE) – Sabato 21 luglio (start ore 21:00) nella suggestiva cornice dell’Oasi Tabor (Via Strada Santa Caterina, 17 – Località Cenate, Nardò-Le) andrà in scena il primo appuntamento della rassegna “La Cucina del Cuore – Tour Enogastronomico e musicale Europeo”, serie di 6 eventi con la direzione artistica del Maestro Ekland Hasa e la partecipazione dello chef internazionale Salvatore Lega.

L’evento che apre la rassegna è “La Nuit Parisienne”, la prima tappa del viaggio nel mondo musicale ed enogastronomico europeo sarà infatti la Francia. Sabato 21 luglio i riflettori dell’Oasi Tabor si accenderanno per l’esibizione del duo formato dalla cantante albano-francese Lindita Lantus e dal talentuoso fisarmonicista leccese Alessandro Gazza. Il duo nasce con l’intento di far scoprire e rivivere le emozioni del repertorio della musica popolare francese; brani che evocano l’allegria delle feste popolari francesi, artisti ed interpreti che senza età come Edith Piaf e le sue“Padam padam” o “La foule”, come Charles Aznavour, ecc.

La sezione enogastronomica sarà curata dallo chef internazionale Salvatore Lega che presenterà un menù unico in un’atmosfera altrettanto unica ed incantevole come quella del parco di Oasi Tabor. Per l’occasione lo chef propone un ricco menù (al costo di 25€) con calice di Gran Vin di Bordeaux, misti di insaccati di terrine francesi con quiche Lorraine, blanquette di vitello francese con legumi freschi su del riso basmati, tarte satin di mele con mousse al cioccolato.

L’Oasi Tabor è una struttura situata a meno di cinque minuti di auto dalla spiaggia di Santa Caterina, immersa in un ampio parco con tipica vegetazione mediterranea, ospita all’interno un’elegante villa in stile barocco ristrutturata e provvista di un ampio giardino attrezzato con ombrelloni, tavoli e sedie. Lo staff di Oasi Tabor in linea con le finalità della Coop. OSA in primis cerca di garantire la possibilità di usufruire di un soggiorno, di momenti di relax ed eventi culturali a chi non ha le possibilità di accedere normalmente a questo tipo di attività, inoltre si apre ad un turismo commerciale fatto di un ottimo rapporto qualità prezzo, non trascurando le nostre origini e le nostre tradizioni salentine ormai conosciute e apprezzate in tutto il mondo.

Nei prossimi mesi nuove iniziative arricchiranno le proposte di eventi nel Salento, e Oasi Tabor sarà punto di riferimento e luogo di incontro e scambio culturale per tutti, in un territorio e in una cornice unica nel suo genere. Grazie a questi presupposti nasce la rassegna “La Cucina del Cuore – Tour Enogastronomico e musicale Europeo”, con 6 magnifiche serate che vantano la partecipazione dello chef internazionale Salvatore Lega. Ogni cena/evento sarà accompagnata da musicisti che allieteranno la serata con musica francese, spagnola, balcanica e salentina grazie alla direzione artistica del Maestro Ekland Hasa.

La programmazione artistica prevede l’esibizione di numerosi talenti che interpreteranno al meglio lo stile e il gusto dei paesi rappresentati in questo speciale viaggio nell’enogastronomia europea. Saliranno sul palco dell’Oasi Tabor: Lindita Lantus e Alessandro Gazza (sabato 21 luglio), Ekland Hasa (venerdì 3 agosto), l’esibizione di giovani talenti del pianoforte e del canto lirico (venerdì 3 agosto), Duo Hasa con Ekland e Redi Hasa in “Tempistiche irregolari” (sabato 25 agosto), Enza Pagliara e Dario Muci (mercoledì 29 agosto), Nevila Matja con Giorgio Schipa ed Ekland Hasa (sabato 8 settembre).

La rassegna “La Cucina del Cuore – Tour Enogastronomico e musicale Europeo” è organizzata da Oasi Tabor con la partecipazione dello chef Salvatore Lega, la direzione artistica del Maestro Ekland Hasa, la collaborazione e l’ufficio stampa di Zero Nove Nove.