“Il caso va riaperto”, l’appello del padre di Roberto Straccia a Chi l’ha visto

Roberto StracciaBARI – “Il caso va riaperto”. Lo ha detto ieri sera, in collegamento da Bari, Mario Straccia, padre di Roberto Straccia, intervenendo alla trasmissione tv di Raitre “Chi l’ha visto” insieme all’avvocato Antonio La Sala dell’associazione “Penelope”. Il 24enne Roberto Straccia fu ritrovato cadavere proprio sulla spiaggia di Bari il 7 gennaio 2012.

Originario di Moresco (Fermo), era scomparso da Pescara (dove frequentava l’università) il 14 dicembre 2011. Dopo l’archiviazione di un fascicolo per cause accidentali o volontarie, ora la Procura della Repubblica di Pescara ha aperto un nuovo fascicolo per omicidio. Sembra, infatti, che la fidanzata di un pentito abbia svelato che Roberto sarebbe stato ucciso per un errore di persona.

Il prossimo 3 novembre ci sarà una nuova udienza, e la famiglia Straccia ha già fatto sapere che si opporrà alla richiesta dell’archiviazione. “Vado in cerca della verità”, ha dichiarato Mario Straccia.