Grotte di Castellana Volley, sconfitta casalinga contro Cerignola

kabunda

Urgono provvedimenti

GROTTE DI CASTELLANA (BA) – Spettacolo già visto: una Brio Lingerie a tratti combattiva, ma discontinua e fallosa e così Cerignola, grazie ad un gioco concreto ed attento, fa suo il derby pugliese della nona giornata del campionato nazionale di pallavolo femminile di serie B2, girone I, vincendo meritatamente per 0-3 (23-25, 23-25, 20-25).

Filannino schiera il Cerignola con Catalano al palleggio, Barbaro opposta, Tralli e Bisceglia al centro, Mancuso ed Ameri in banda, Rubino libero.
Ciliberti per il Castellana risponde con Carlozzi opposta a Dakaj, Kabunda e Di Candia centrali, Battaglini e Romani schiacciatrici, Renna e Valecci liberi.

Si parte con una Brio Lingerie arrembante che approfitta di una ricezione non perfetta del Cerignola. Ma le ospiti, ben sorrette da una Ameri molto combattiva, reagiscono. Si giunge al pari 19, le locali commettono un paio di errori (20-23) e si lasciano prendere dal panico. Anche Cerignola commette due errori (22-23), ma mantiene la calma e con Ameri piazza due pallette beffarde per il 23-25 finale.
La vittoria del set galvanizza le ospiti che si mantengono sempre avanti nel secondo parziale. Sul 17-21 la Brio Lingerie ribalta il risultato (22-21) con un break di 5 a 0. Serve cinismo e freddezza, ma questa è merce rara quest’anno. Cerignola rimonta e chiude con la freddezza che è mancata al Castellana. 23-25.
L’ultimo set sembra più equilibrato ed è sicuramente il più spettacolare. Con un gioco brioso si giunge ancora una volta al pari 19. A questo punto Tralli decide di rispettare il suo ruolo di ex e la Grotte Volley non oppone resistenza. Finisce con una ulteriore palletta piazzata da Catalano. 20-25 e 0-3 per le ofantine.

Sentiamo come i protagonisti spiegano questa gara.
Kabunda, centrale Brio Lingerie, autrice di qualche bella giocata: “Abbiamo timore a volte e siamo troppo frettolose, veniamo prese dalla foga di vincere e sbagliamo. Ci facciamo prendere dalla paura. Dobbiamo essere più spregiudicate, più consce delle nostre potenzialità“.
Carlozzi, capitano ed opposta Grotte Volley: “Questa squadra deve crescere dal punto di vista caratteriale, c’è immaturità. Io so quanto lavoriamo in palestra, quanto impegno ci mettiamo, è un problema mentale“.
Filannino, tecnico Cerignola, in controtendenza dice: “Io ho visto un Castellana in crescita rispetto alle ultime partite che ho studiato, merita una posizione da media classifica. Auguro agli amici di Castellana di riprendersi per fare un ottimo campionato perchè hanno le condizioni per farlo“.
Ciliberti, tecnico Brio Lingerie: “E’ inutile prenderci in giro, dall’altra parte della rete c’è gente che gioca meglio. Noi invece sbagliamo le cose più semplici. Abbiamo dei limiti. Chiederò alla società di tornare sul mercato per fare delle scelte tecniche. E’ un peccato buttare al vento tutti i sacrifici che questa società fa da sette anni, dobbiamo rinforzarci per raggiungere l’obiettivo salvezza“.
D’Amore, direttore generale Castellana: “Quando arriviamo ai momenti cruciali non riusciamo a chiudere, abbiamo paura di sbagliare. Facciamo errori in sequenza perdendo set e partite. La società è attenta sul mercato, stiamo valutando diverse opzioni per trovare un tassello che ci permetta il salto di qualità“.