Frida Kahlo in Masseria: il nuovo spettacolo En Plein Air di Maria Elena Germinario a Polignano

locandina effe luna frida kahlo

Nell’ambito della rassegna EN PLEIN AIR, organizzata dall’Associazione culturale Bachi da setola, presso Masseria Giangrande – Polignano a Mare (Ba)

POLIGNANO A MARE (BA) -Arrivata quasi alla fine della sua vita, Frida raccoglie le sue ultime monete d’oro: cerca di ricomporre la sua identità frantumata, riattraversando vividi ricordi del passato, che talvolta si fanno “presente”, dà loro un suono, non più quello del surreale colore dei suoi quadri, ma quello della sua voce. Cerca di ricordare per confermare la propria esistenza, per riconoscersi in uno specchio, ripensarsi nel passato per consolidare la realtà del suo presente e potersi così librare “in volo”. Effe. Luna. Frammenti Di Frida. nasce dall’esigenza di raccontare un viaggio, quello che, dalle carte private di Frida, parte, riprende e mette in luce i ricordi più intimi e nascosti, lontani dall’immagine che la famosa pittrice messicana voleva dare di sé agli altri e al suo pubblico: l’amica immaginaria, i genitori, l’amore per Diego Rivera, il suo rapporto con la pittura, l’incidente che ha cambiato la sua esistenza, i viaggi all’estero e il suo voler ritornare in Messico, per affondare le sue radici, i suoi piedi, e rendere concreta la sua esistenza. Frida riconosce la bellezza della sua terra e si aggrappa ai suoi valori, come a quelli del comunismo, mentre il suo corpo fragile va a pezzi.

Effe. Luna. Frammenti di Frida, scritto e interpretato da Maria Elena Germinario, in scena venerdì 15 giugno per la rassegna En Plein Air, organizzata dall’Associazione culturale Bachi da Setola, presso la Masseria Giangrande a Polignano a Mare (Ba), è uno spettacolo/tentativo di ricomporre, in un unico mosaico, i “frammenti della vita dell’artista” meno conosciuti, come lei stessa li ricordava nel diario o nelle lettere ad amici, amanti o familiari, dove alla parola costantemente si alternano musica e colore. È un lavoro, di cui Maria Elena Germinario firma anche la regia, che porta a scoprire e rivelare la profonda forza con cui Frida ha sopportato tanta sofferenza, sempre a testa alta e “schiena dritta”.

Alla fine della pièce presso la masseria Giangrande a Polignano a Mare anche una apericena a tema, un omaggio alla cucina messicana e a Frida. Per INFO e prenotazioni: 338/2191221, 328/9589982, 349/5982047

Produzione Marluna Teatro
Di e con Maria Elena Germinario
Regìa: Maria Elena Germinario
Assistente alla regia: Licia Lanera
Direzione tecnica: Vincenza Carbonara, Gianluigi Carbonara
Scenografia e disegno luci: Gianluigi Carbonara
Costumi Daniela Tinelli
Montaggio: Roberto Tafuro
Organizzazione: Vincenza Carbonara

“La rivoluzione è l’armonia della forma e del colore e tutto esiste, e si muove, sotto una sola legge = la vita = Nessuno è separato da nessuno – Nessuno lotta per se stesso. Tutto è tutto e uno. L’angoscia e il dolore. Il piacere e la morte non sono nient’altro che un processo per esistere…”
(dal Diario di Frida Kahlo)