Dibattito alla sala convegni “A. Giorgio” dell’ABMC di Altamura

dibattuti all'ambc di altamura

L’interpretazione della legge con modelli matematici: un algoritmo che “salverà” la giustizia?

ALTAMURA (BA) – Si è concluso venerdì scorso il seminario giuridico organizzato dall’Associazione Avvocati e Praticanti “Francesco Santoro Passarelli” di Altamura, in collaborazione con il Centro Studi Diritto Avanzato, con il supporto e il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Bari.

Dopo i saluti iniziali di Antonio Santeramo (Presidente dell’Associazione Avvocati e Praticanti “Francesco Santoro Passarelli” di Altamura) e Girolamo Giancaspro, in rappresentanza dell’Ordine degli Avvocati di Bari, si è aperto l’interessante dibattito giuridico tra il Prof. Luigi Viola e l’Avv. Paolo Iannone del Foro di Bari. Due scuole di pensiero a confronto.

Da una parte l’insigne giurista Prof. Luigi Viola che ha presentato il suo libro esponendo la sua teoria di interpretazione della legge con modelli matematici, dall’altra l’Avv. Paolo Iannone che ha spiegato il complesso connubio tra la tutela dei diritti ricorrendo alle Corti sovranazionali e il loro difficile riconoscimento nel diritto interno, laddove le norme non vanno di pari passo con l’evoluzione tecnologica e scientifica della comunità, ragion per cui, conclude l’Avv. Paolo Iannone usando le parole di Lorenzo il Magnifico:“Del futuro non v’è certezza”.

Di contro ha ribadito il Prof. Luigi Viola che il modello proposto può restituire certezza al diritto, tramite l’ausilio di modelli matematici che consentano l’interpretazione della legge, partendo dalla valorizzazione dell’unica disposizione di legge che se ne occupa expressis verbis: l’articolo 12 delle Preleggi.

In tale prospettiva, l’interessante pomeriggio di studio si è arricchito con pregevoli aspetti di riflessione giuridica nell’ambito di un seminario ben organizzato dall’Associazione Avvocati e Praticanti “Francesco Santoro Passarelli” di Altamura.