Copertino, istituto tecnico Bachelet senza riscaldamento

antonio trevisi

Trevisi (M5S): “Provincia in ritardo sull’efficientamento energetico”

Se nel corso degli anni la Provincia di Lecce avesse puntato seriamente sul restauro e sull’efficientamento energetico delle scuole, ora avremmo studenti che non fanno lezione al freddo e si sarebbero ridotti i costi di gestione degli edifici”. Lo dichiara il consigliere del M5S Antonio Trevisi in seguito allo sciopero degli studenti dell’istituto tecnico commerciale V. Bachelet di Copertino, costretti a stare in classe con plaid, coperte e persino borse dell’acqua calda.

Rendere le scuole italiane – dichiara Trevisi – più sostenibili e meno costose è un obiettivo comunitario ed il rispetto delle condizioni di comfort climatico negli istituti scolastici rientra fra i compiti di ordinaria amministrazione dell’ente pubblico. Negli anni le opportunità di finanziamento in tal senso, a cui la Provincia di Lecce avrebbe potuto accedere, sono state numerose. Purtroppo adesso a pagare le conseguenze della cattiva amministrazione sono i ragazzi. Il risultato – incalza il pentastellato – è che si dovrà provvedere con soluzioni emergenziali ma ci auguriamo che le istituzioni si attivino per garantire condizioni migliori per i nostri studenti. Il ritardo della Provincia non è più giustificabile. Le istruzioni non hanno i soldi per le scuole, ma in questi giorni si stanno spendendo milioni di euro nel Salento per opere inutili come TAP e per pagare forze dell’ordine che difendono gli interessi di una multinazionale nazionale straniera. Per quello che sta succedendo nel Salento – conclude – il governo nazionale si dovrebbe solo vergognare”.