Barletta, scoperto un laboratorio per il confenzionamento di capi di abbigliamento contraffatti

guardia di finanzaSequestrati oltre 1.600 distintivi e adesivi da applicare su indumenti e su accessori sportivi, tutti riproducenti noti marchi di aziende automobilistiche e sportive

BARLETTA (BT) – Nel laboratorio c’era proprio tutto l’occorrente per il confezionamento di articoli di abbigliamento contraffatti: etichette, personal computer che, grazie al collegamento con una particolare stampante, era adoperato per riprodurre i falsi marchi sui capi di abbigliamento nonché tute per bambini già pronte per essere immesse sul mercato.

La redditizia illecita attività però non è passata inosservata ai Finanzieri del Gruppo Pronto Impiego di Bari i quali, a seguito di preliminari attività investigative e con l’ausilio delle diverse banche dati in uso al Corpo (tra queste ultime, si cita il sistema di indagine telematico introdotto di recente denominato S.I.A.C. “Sistema Informativo Anticontraffazione”), hanno individuato in Barletta una fabbrica ove venivano realizzati capi di abbigliamento sui quali era riprodotta l’immagine alterata del noto personaggio dei cartoni animati “Paw Patrol”.

Contestualmente, in un’altra ditta di Bari le Fiamme Gialle hanno sottoposto a sequestro oltre 1.600 distintivi e adesivi da applicare su indumenti e su accessori sportivi, tutti riproducenti noti marchi di aziende automobilistiche e sportive. Le attività si sono concluse con il sequestro complessivo di 2.700 articoli contraffatti, un personal computer e la contestuale denunzia all’Autorità Giudiziaria di nr. 2 soggetti per violazione dell’art. 473 del C.P. “Contraffazione, alterazione o uso di segni distintivi di opere dell’ingegno o di prodotti industriali” e art. 648 C.P. “Ricettazione”.