‘Bari Suona’ con Fuori Medimex

mappa barisuona 2015La manifestazione si svolgerà il 27 e 28 ottobre

BARI – Questa mattina, nella sala giunta di Palazzo di città, gli assessori alle Culture, Silvio Maselli, e allo Sviluppo economico, Carla Palone, insieme al presidente della Confcommercio Alessandro Ambrosi e al coordinatore di Puglia Sounds Antonio Princigalli, hanno presentato gli appuntamenti di “Bari suona”, la rassegna musicale promossa dalla Confcommercio nell’ambito di Fuori Medimex.

“Bari suona” si svolgerà il 27 e 28 ottobre, dalle ore 18 alle 21.30, in tutto il borgo murattiano, suddiviso simbolicamente in quattro mini-quartieri, ciascuno dedicato a un genere musicale (classica, jazz, pop e world). Nelle due serate 16 gruppi e 90 musicisti si esibiranno in oltre 180 spettacoli dal vivo

Da quest’anno, infatti, accanto agli appuntamenti del Medimex alla Fiera del Levante, Bari sarà attraversata dalla musica con Fuori Medimex, l’articolato programma di iniziative collaterali realizzato in collaborazione con il Comune di Bari, la Confcommercio Bari e Bat, il Conservatorio Niccolò Piccinni e Time Zones.

“Per la prima volta il Medimex, la fiera internazionale della musica giunta alla sua quinta edizione, si apre al resto della città offrendo fuori dalla Fiera del Levante, luogo deputato allo svolgimento di tutti gli appuntamenti della rassegna, più di 180 spettacoli dal vivo creando un vero e proprio evento musicale parallelo – ha dichiarato l’assessore Maselli a nome dell’amministrazione comunale -. Finalmente, insieme all’assessora allo Sviluppo economico Palone, siamo riusciti a dar vita alla sinergia tra cultura e attività produttive: due settori che nella nostra visione di sviluppo della città camminano insieme. Sulla base di questa idea abbiamo cercato la collaborazione del presidente di Confcommercio Sandro Ambrosi, dei responsabili del Medimex, dell’associazione Borgo Murattiano e di tutti i commercianti che hanno aderito all’iniziativa e ci hanno dato fiducia. Nei prossimi giorni Bari sarà invasa dalla buona musica e avrà un programma di eventi che, tra Bari suona, Fuori Medimenx e Medimex, andrà avanti per tutta la settimana, in modo da invogliare quanti più cittadini possibile a venire a Bari, a stare per strada e a godere della buona musica facendo shopping di qualità nei nostri negozi. Vogliamo che questa sia solo la prima di una lunga serie di edizioni di Bari suona e di tante altre manifestazioni collaterali che intendiamo organizzare parallelamente agli eventi nazionali e internazionali programmati negli spazi della Fiera del Levante”.

“Ringrazio l’amministrazione comunale e la Confcommercio per aver attivato questo nuovo percorso che finalmente fa del Medimex una vera opportunità per tutta la città e non solo per gli operatori del settore – ha dichiarato il coordinatore di Puglia Sounds/Medimex Antonio Princigal li – . La crescita di un territorio e delle sue attività passa per forza di cose dalle relazioni e dalle sinergie che le forze produttive e amministrative delle territorio sono capaci di creare e Bari suona è sicuramente un esempio positivo in questo senso”.

“Si tratta di un’iniziativa in cui crediamo molto che è nata dall’esigenza di ridare vigore e vivacità al borgo murattiano- dichiara il Presidente di Confcommercio Ambrosi – e a tutto il centro commerciale della città che vive oggi un momento difficile per la sua economia. Con questo spirito è nata Bari Suona, con la convinzione che per rilanciare l’economia servano iniziative nuove che riuniscano tutte le forze della città, in una sinergia nuova che ci veda collaborare a un obiettivo comune di crescita e centralità del nostro territorio ed economia. Non credo di essere banale se ribadisco un concetto a me caro: quando una squadra gioca insieme, vince. È per questo che ringrazio pubblicamente la sensibilità dimostrata dal Comune, che ci accompagna nel progetto, l’occasione unica offertaci da Puglia Sounds nella persona di Antonio Princigalli e i commercianti del l’Associazione del Borgo Murattiano, con cui abbiamo realizzato questo progetto condividendo idee, obiettivi e metodi sin dall’inizio. Perché se è vero che il sostegno pubblico è fondamentale, è altrettanto vero che senza l’iniziativa privata dei commercianti che condividono, diffondono e sostengono un progetto, è difficile costruire qualcosa di solido e duraturo che abbia ricadute serie sul territorio. Barisuona si incammina su questa strada, ed è un primo tentativo, serio e importante per un’idea nuova di Bari. Potremmo definire questa iniziativa come un progetto pilota, una specie di start-up che avrà l’ambizione di creare una Bari capitale della Musica e tanto altro”.

Di seguito il dettaglio delle iniziative che si svolgeranno domani e dopodomani nelle vie del centro cittadino.

Nel quartiere «world» (tra via Sparano e via Putignani) si esibiranno il duo composto da Paola Arnesano e Vince Abbracciante, Balca Bandanica, il trio Choro Notes e l’ensemble Calixtinus di Giovannangelo De Gennaro, mentre nel quartiere «jazz» (tra corso Vittorio Emanuele e via Sparano) suoneranno il Piano Trio e l’Organ Trio di Vito Di Modugno, lo Standards Jazz Quartet con la vocalist Francesca Leone, il Traditional Jazz Trio di Mino Lacirignola e la Pocket Orchestra guidata da Guido Di Leone. Nel quartiere «classica» (tra via Argiro e via Putignani) sono previsti le performance del Sonor Piano Trio, del Running Flute Quartet, del duo composto da Paolo Cavelli e Luciano Damiani, dal quartetto d’archi Non Solo Mozart e dal pianista Carlo Maria Barile. Infine, sui palchi del quartiere «pop» (tra via Argiro e via Calefati) saliranno l’Elio Arcieri’s Funkuintet, la Piccola orchestra italiana senza strumenti Mezzotono, il progetto voca Le Nuvole (Cinque voci per Fabrizio De André), The Wonders in un omaggio ai Beatles e il Wrong Side Project in un tributo a Tom Waits e il duo I treni a vapore.

Inoltre, due marchin’ band, la Banda Musicale della Valle d’Itria e la Swingin’ Dixie, gireranno per le vie del borgo murattiano e animeranno le zone commerciali in cui non sono presenti postazioni fisse musicali.