Bari, sopralluogo sindaco e assessori a Torre Quetta per verificare progetto di nuova gestione

“Un’area attenta ai bisogni di tutti. Sport, amanti degli animalie giochi acquatici. Per la calura estiva anche una piscina di terra”

BARI – Ieri pomeriggio il sindaco Antonio Decaro, accompagnato dagli assessori allo Sviluppo economico e ai Lavori pubblici, Carla Palone e Giuseppe Galasso, ha effettuato un sopralluogo con i progettisti incaricati dai nuovi gestori di Torre Quetta di verificare i prossimi interventi di allestimento dell’area in vista dell’apertura al pubblico della spiaggia cittadina.

L’affidamento della gestione di Torre Quetta comprende l’area demaniale marittima e le strutture annesse, per una superficie totale di 10.193,00 mq circa.

La concessione avrà la durata di quattro anni. Oggetto della concessione sono sia le aree esterne sia le aree coperte, tra cui un parcheggio di 7.360 mq, un campo sportivo di circa 1.017 mq, un’area per manifestazioni di mq. 808,00, diverse aree per il deposito e gli alloggiamenti, quattro chioschi e quattro gazebo con le rispettive pertinenze e la torre.

Il progetto presentato dal raggruppamento che si è aggiudicato l’affidamento del lido ha proposto una serie di iniziative che renderanno Torre Quetta una spiaggia attrezzata e fruibile per tutti.

A nord saranno allestite una serie di aree attrezzate per i cittadini possessori di animali con uno spazio per lo sgambamento, per la toelettatura e per la sosta temporanea dei cani. Proseguendo, si incontreranno aree per lo sport a corpo libero e aree con attrezzi ginnici per il fitness, oltre ad un’area giochi potenziata rispetto all’attuale, con l’installazione di attrezzature ludiche per bambini con disabilità. Lungo tutta l’area prospiciente il mare, è stata prevista un’unica spiaggia attrezzata dove sarà possibile noleggiare lettini e ombrelloni, mentre la manutenzione e la pulizia interesseranno tutte le altre aree di spiagge pubbliche. Su queste saranno installate strutture per l’ingresso facilitato al mare per le persone con disabilità.

Nella parte retrostante sarà allestita un’area per mostre e conferenze, mentre nella zona pavimentata più a sud si prevede un’area per eventi musicali e spettacoli.

Per quanto riguarda gli arredi proposti dal progetto, ci sono attrezzature per gli animali e relativi contenitori per la raccolta dei rifiuti, strutture amovibili per picnic e co-working, nuovi arredi urbani, giochi e servizi igienici accessibili a persone con disabilità, un nuovo blocco di spogliatoi adiacenti all’area sportiva, una struttura con biberoneria e cambio pannolini attrezzata per le famiglie.

La grande novità di quest’anno è rappresentata dalla proposta di posizionare delle passerelle galleggianti amovibili e giochi acquatici per adulti e bambini oltre a una piscina fuori terra per permettere ai cittadini di fare il bagno o rifrescarsi durante le ore più calde. Previa autorizzazione, sarà installata una piscina prefabbricata dalle dimensioni di 6 metri per 12, con camminamento di 1,5 metri. La piscina, che durante le ore diurne sarà sorvegliata da bagnini, la sera sarà messa in sicurezza da appositi sistemi che ne impediscano l’utilizzo.

Per quanto riguarda i servizi, invece, sono previste una reception e un Punto di Primo soccorso e, attraverso una serie di accordi con associazioni e società di volontariato, saranno realizzate attività di inclusione e assistenza in favore di persone con disabilità. Saranno organizzate attività di animazione e intrattenimento per bambini, manifestazioni sportive, concerti, festival, spettacoli teatrali e cabaret, attività didattiche e workshop, corsi di recitazione, corsi di canto, corsi di artigianato, mercatini artigianali, sagre e una rassegna di cinema all’aperto.

L’investimento fatto su Torre Quetta è la nostra idea della Bari del futuro – spiega il sindaco Decaro -: una città che vive il mare non solo come elemento naturale ma come luogo da vivere dalla mattina alla sera, per adulti e bambini, per fare il bagno, per fare sport o per la cultura e il tempo libero. Stiamo anticipando quello che vorremmo realizzare su tutta la costa sud e che sarà oggetto del primo concorso internazionale di idee per la riqualificazione complessiva, la cui pubblicazione avverrà nelle prossime settimane. Torre Quetta è diventato a tutti gli effetti un luogo identitario per i baresi e per chi arriva a Bari per trascorrere il proprio tempo libero” .

Monitoreremo dal primo all’ultimo giorno l’esecuzione dei lavori di allestimento e la gestione di Torre Quetta – spiega l’assessora Carla Palone – per assicurarci che ai cittadini sia garantita la massima accessibilità e fruibilità dei luoghi. Vogliamo che questo tratto di costa sia aperto alle famiglie, ai bambini, alle persone che solitamente non possono godersi il mare e gli spazi pubblici. Il nostro mare è una della cose più belle che abbiamo ed è giusto viverlo, dodici mesi all’anno, dalla mattina alla sera, attraverso un’ampia offerta di eventi e spazi che invitino le persone a stare insieme e a creare comunità”.