Bari, sopralluogo dell’assessore Galasso presso il lido Adria per la riapertura dello stabilimento per la prossima stagione estiva

sopralluogo assessore galasso lido adria

Il sopralluogo c’è stato questa mattina

BARI – Questa mattina l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso ha effettuato un sopralluogo presso il lido Adria, sul lungomare di San Girolamo, al fine di verificare la situazione in vista della riapertura dell’attività per la prossima stagione estiva. La visita odierna, infatti, è scaturita dalla richiesta dei gestori della spiaggia, preoccupati dell’eventualità di non poter aprire lo stabilimento balneare a fronte dei lavori di riqualificazione del waterfront attualmente in corso.

L’azienda incaricata degli interventi, in realtà, ha riferito che tra qualche giorno non vi saranno più ostacoli di alcun genere alla riapertura del lido, in quanto la parte di specchio d’acqua prospiciente lo stabilimento balneare sarà liberata completamente da uomini e mezzi impegnati nella costruzione delle scogliere frangiflutti.

in particolare, i tratti di scogliera frangiflutti contigui al canale Lamasinata sono stati ultimati e quelli posti di fronte alla spiaggia sono ormai prossimi all’ultimazione e necessitano di poche altre giornate lavorative per sistemare i massi più superficiali.

Fra qualche giorno il cantiere si sposterà in corrispondenza del confine tra il lido Adria e la pescheria adiacente – ha commentato Giuseppe Galasso – e, una volta terminati i frangiflutti, la direzione dei lavori potrà formalizzare l’avvenuto completamento dell’ultimo intervento da realizzare in quell’area specifica in modo da permettere alle attività di programmare la riapertura per la prossima stagione estiva. Confermiamo l’obiettivo di consentire la balneazione in tutte e quattro le spiagge del nuovo waterfront, sia in quelle storiche (lido Adria e lido Massimo) sia in quelle costituite da ciottoli ai margini della piazza sul mare che verranno realizzate nelle prossime settimane. Ovviamente ci impegneremo affinché venga liberato dal cantiere e completato quanto prima tutto il nuovo lungomare”.