Bari, Parco di Largo 2 Giugno: revocata la delibera per la stazione dei Carabinieri nella Palazzina rosa

CarabinieriLa proposta è dell’assessore Vincenzo Brandi

BARI – Su proposta del vicesindaco e assessore al Patrimonio del Comune di Bari, Vincenzo Brandi, la giunta comunale ha approvato ieri il provvedimento con cui si revoca la delibera (n. 700 del 2013) che prevedeva la possibilità di allocare all’interno del Parco di Largo 2 Giugno, nell’edificio rosa adiacente all’ingresso di viale Einaudi, la stazione dei Carabinieri di Bari-Carrassi, spostando contestualmente la sede della cooperativa sociale Progetto città – che in virtù di una convenzione con la ripartizione Solidarietà sociale era fissata nel citato edificio – nell’immobile un tempo adibito a bar.

“In accordo con il Comando generale e provinciale dei Carabinieri – spiega l’assessore Brandi – abbiamo revocato la delibera che prevedeva l’assegnazione della palazzina rosa ai Carabineri a fronte di ingenti interventi di ristrutturazione, pari a circa 650mila euro, a carico del Comune. Venute meno le esigenze dei Carabinieri di avere una sede nel quartiere Carrassi, il nostro impegno condiviso è ora quello di individuare, sul territorio di un altro Municipio indicato dall’Arma, un immobile che sia idoneo ad ospitare la nuova stazione dei Carabinieri. Il provvedimento approvato ieri, che è frutto di una lunga istruttoria, ci consentirà inoltre di pubblicare a giorni il bando per l’affidamento della struttura del bar di Largo due Giugno, che versa in uno stato di degrado. Il bando sarà articolato in più lotti; gli altri dovrebbero riguardare il chiosco del giardino di via Campione, a Poggiofranco, e gli immobili interni alla Pineta di San Francesco. Quanto alla palazzina rosa all’ingresso del Parco, contiamo di predisporre un bando di affidamento per finalità sociali allo scadere della convenzione. Queste misure ci consentiranno di proseguire nel percorso di recupero e valorizzazione degli immobili comunali in disuso avviato sin dall’atto del nostro insediamento”.